Veneto

Zaia: è bene che il contagio non si diffonda. Appello ai donatori di sangue

Il Governatore Luca Zaia ha tenuto la consueta conferenza stampa presso la sede della Protezione Civile a Marghera.
Nel punto stampa Zaia ha esordito con le 1318 persone positive rilevate dagli oltre 20 mila test effettuati.
Questo significa, ha rimarcato, che non ci sono in Veneto solo 1318 affetti dal virus, significa che sono solo quelli che sono stati sottoposti a tampone.
Per questo l’invito a non uscire di casa si fa sempre più pressante.
Zaia ha poi sottolineato come ci sono persone che non lo sanno o non lo sapranno mai di essere portatori del Coronavirus perché non sottoposte al test e però sono contagiose.
E’ bene che il contagio non si diffonda.
Se il contagio, ha ribadito il governatore, si diffonde in base alle previsioni elaborate, “svuotiamo gli ospedali per riempire di pazienti affetti da Covid-19”.
Stare a casa è la cosa migliore.
Tornando alle 1318 persone positive, 308 sono ricoverate di queste 83 sono in terapia intensiva (per cui sono intubate).
32 finora le persone decedute.
Zaia ha voluto fare un appello ai donatori di sangue perché si presentino per le donazioni altrimenti “andiamo in difficoltà”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button