Veneto

Vigili del Fuoco/Si inasprisce il confronto tra sindacati e governo

Ecco una nota diffusa dalla Uil Pa Vigili del Fuoco:

“Vogliono cancellare il sindacato, vogliono impedire ai Vigili del Fuoco di decidere e di essere protagonisti del loro futuro” queste le affermazioni di Alessandro Lupo, Segretario Generale della Uil PA Vigili del Fuoco, all’indomani del tentativo obbligatorio di conciliazione.

Quando si parla di retribuzioni, di pensioni, di previdenza complementare, è tanto assurdo quanto inaccettabile che si voglia relegare il sindacato al ruolo di mero spettatore, ci troviamo dinnanzi all’arroganza del potere!

“Sono stati persino respinti gli emendamenti di quella parte di politica che ha cercato di favorire la partecipazione attiva dei rappresentanti dei lavoratori.
Ora c’è il rischio concreto che il Fondo per la Valorizzazione dei Vigili del Fuoco si trasformi in una beffa,
proprio per gli uomini e le donne del Corpo Nazionale che ogni giorno rischiano la propria vita” prosegue Lupo, che ricorda come i Vigili del Fuoco siano stati già beffati quando sono spariti i 216 milioni promessi e si sono rese necessarie azioni di forte protesta davanti a tutte le prefetture d’Italia e la proclamazione di ben quattro giornate di sciopero nazionale di categoria per portare da 10 a 165 milioni di euro le risorse destinate ai Vigili del Fuoco.

“Ci aspettiamo adesso che quella parte politica che ha fatto sì che le risorse per i Vigili del Fuoco fossero incrementate, che ha inteso valorizzare il ruolo del Sindacato presentando emendamenti che consentissero l’attivazione dello strumento negoziale, non si fermi proprio ora vanificando il lavoro svolto, in quanto sarebbe come diventare correi di quelle ingiustizie che stanno per abbattersi sui Vigili del Fuoco”, questo l’accorato appello del Segretario Generale della Uil PA VVF.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button