Home -> Venezia -> Venezia/Via libera ad un’aula studio all’ex falegnameria Bozzola a Cannaregio
Ecco come sarà realizzata l'aula

Venezia/Via libera ad un’aula studio all’ex falegnameria Bozzola a Cannaregio

La Giunta comunale nei giorni scorsi ha dato il via libera a una delibera di Consiglio comunale con la quale si autorizza, ai soli fini urbanistici, l’adeguamento funzionale dell’ex falegnameria Bozzola a Cannaregio, di proprietà dell’università Ca’ Foscari, per adibirla ad aula studio.

“La realizzazione del progetto – spiega la presidente della Commissione Urbanistica Lorenza Lavini – richiede la preventiva autorizzazione in variante da parte del Consiglio comunale, con la procedura semplificata per le opere di interesse pubblico, poiché la scheda tipologica vigente non prevede per quell’area la destinazione d’uso ‘attrezzature per l’istruzione’, mentre prevede destinazioni analoghe come le attrezzature culturali, associative e ricreative.

Per questo motivo il Consiglio comunale sarà chiamato ad esprimersi per consentire la prosecuzione di quell’iter che porterà alla realizzazione di una nuova sala polifunzionale all’interno di un immobile di 400 metri quadrati che avrà un costo complessivo di oltre 1,2 milioni di euro in capo all’Università”.

“Quando abbiamo ricevuto lo studio di fattibilità presentato per la realizzazione della nuova aula studio – commenta l’assessore Massimiliano De Martin – abbiamo immediatamente sostenuto, come Giunta, la validità della richiesta, che però necessita di una variazione urbanistica affinché si possa realizzare un’operazione che da una parte mira alla conservazione e valorizzazione dell’immobile così da riconsegnarlo al tessuto storico della Città, dall’altra vuole arrivare alla realizzazione di uno spazio funzionale che vada ad arricchire ulteriormente quei luoghi dedicati alla socializzazione dei ragazzi che studiano e vivono a Venezia. Sosterremo sempre queste iniziative perché la Città, in una logica di sussidiarietà tra il pubblico e il privato, deve essere dalla parte di chi vuole investire per contribuire a renderla sempre più bella e attrattiva”.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*