Venezia

Venezia/Si è spento a 67 anni Maurizio Calligaro, una vita al servizio della città

Venezia – Un infarto si è portato via a 67 anni Maurizio Calligaro.
Ex Capo di Gabinetto del sindaco Cacciari, ex Direttore Generale del Comune di Venezia, dirigente di Veritas e, negli ultimi anni, coordinatore della macchina per i risarcimenti dei danni dell’acqua alta del 2019, oltre che referente della Protezione civile.

Nato il 5 dicembre del 1954, veneziano, Maurizio Calligaro nel 1985 era entrato nel consiglio di quartiere di Cannaregio, nell’88 ne era diventato presidente e nel ’90 fu eletto consigliere comunale.
Dall’88 al ’94 aveva lavorato in Regione come segretario del gruppo dei Verdi. Nel ’94 diventò Capo di Gabinetto del sindaco Massimo Cacciari e dal ‘97 anche primo Direttore Generale del Comune di Venezia, fino al 2000.

Con l’elezione di Paolo Costa entrò in Amav, dove rimase fino al 2005.
Rivestì poi anche l’incarico di Capo di Gabinetto, tornando in Comune a fianco di Cacciari, rieletto per la terza volta.
Terminata quella esperienza, fu di nuovo in Veritas con vari incarichi, tra i quali Direttore della Direzione Qualità Ambiente Patrimonio Servizi.

Per anni referente della Protezione Civile, dopo l’Acqua Granda del novembre 2019, il sindaco Brugnaro gli aveva affidato il coordinamento del servizio di raccolta delle segnalazioni danni dei cittadini e seguente concessione dei contributi.
Incarico che con grande generosità ha svolto in modo completamente gratuito.
Sempre presente nelle emergenze che hanno colpito Venezia negli ultimi tre decenni, ha contribuito in forma determinante ad organizzare la Protezione civile e anche a ideare la rete antincendio della città di Venezia, opera che è stata progettata, realizzata e avviata al completamento dopo il grave incendio che distrusse la Fenice di Venezia.

Porgendo le sue condoglienze alla famiglia, il Sindaco Brugnaro ha commentato: “E’ una giornata triste. Maurizio era un Uomo per bene, onesto, generoso, che ha legato la sua intera vita lavorativa alla Città e che, in tutti i suoi incarichi, ha saputo dimostrare di avere Venezia nel cuore.
A nome di tutta la Città e mio personale arrivino alla moglie Gina, alla famiglia, ai parenti, agli amici, ai colleghi e alle tante persone che ne hanno apprezzato la pacatezza e la grande professionalità, le più sentite condoglianze.
Ciao Maurizio! Il tuo impegno saprà essere esempio tangibile per le nuove generazioni. Oggi è un giorno di cordoglio ma troveremo presto l’occasione pubblica per ricordarti e omaggiarti a Venezia, Città che tu hai tanto amato.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button