Venezia

Venezia/Restituito all’Archivio di Stato un pezzo di storia veneziana del XIV secolo

Era stata rubata il 1° novembre 1949 dalla “Sala diplomatica Regina Margherita” dell’Archivio di Stato di Venezia, ma alla fine i Carabinieri del Comando Tutela patrimonio Culturale l’hanno recuperata.
E’ la pagina in pergamena manoscritta e miniata del XIV secolo che stamani alle 11, all’Archivio di Stato di Venezia, il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Venezia, Colonnello Mosè De Luchi ed il Tenente Colonnello Christian Costantini, Comandante del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Venezia, hanno riconsegnato al Direttore dell’Archivio dott. Gianni Penzo Doria.

L’importante recupero scaturisce da un’attività investigativa svolta dai Carabinieri del TPC, del Nucleo di Venezia e dell’Arma Territoriale, coordinati dalla locale Procura della Repubblica, che si sono avvalsi della Banca Dati dei beni culturali illecitamente sottratti, la più completa banca dati di opere d’arte rubate esistente al mondo, gestita dal Comando TPC, che ha permesso di rintracciare la pergamena presso un’importante casa d’Aste britannica.

Le indagini, condotte anche grazie alla collaborazione dell’ufficio legale della stessa Casa d’Aste che aveva messo all’asta il bene recuperato, hanno consentito di giungere alla spontanea consegna della preziosa pagina allo Stato Italiano, avvenuta l’anno scorso direttamente nelle mani del Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo, in occasione di una solenne cerimonia presso l’Ambasciata d’Italia a Londra.

Si tratta del foglio di apertura di un capitolare che porta il giuramento espresso da ciascun consigliere e stabilisce i doveri e le responsabilità del suo ufficio.
In particolare, è una pagina miniata pergamenacea, tratta dal “Capitolare dei Consiglieri di Venezia” (1365), che mostra, al capitolo primo, nella miniatura del capolettera, il costume di questa magistratura.

La Procura della Repubblica di Venezia ha subito disposto la restituzione del prezioso bene all’Archivio di Stato che ritorna, dopo oltre 70 anni dal furto, nella sua originaria collocazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button