Home -> Venezia -> Venezia/In gondola si scende da sei ad un massimo di cinque persone
Photo by Sphere

Venezia/In gondola si scende da sei ad un massimo di cinque persone

Venezia – L’assemblea di Ca’ Farsetti, con 22 voti favorevoli (e 7 non votanti), ha approvato nella seduta odierna l’adozione di modifiche al Regolamento per il servizio pubblico di Gondola in attuazione alla Legge regionale n. 63 del 30 dicembre 1993, che disciplina l’esercizio delle funzioni amministrative in materia di servizi di trasporto non di linea nelle acque della navigazione interna.

In particolare, il nuovo testo regolamentare aumenta il numero complessivo delle licenze per il servizio pubblico di gondola da 433 a 440 unità al fine – si legge – di sostenere lo sviluppo dei servizi di traghetto da parada e da nolo dedicati anche a specifiche categorie di utenti.

Inoltre i familiari dei titolari di licenza di gondoliere che collaborino con questi in regime di impresa familiare ex art. 230-bis c.c. potranno chiedere l’iscrizione al Ruolo specifico dei Gondolieri, istituito dalla Città Metropolitana di Venezia presso la Camera di Commercio di Venezia Rovigo e Delta Lagunare, in maniera agevolata, con l’obbligo poi di sostituire però esclusivamente il titolare di licenza di gondola a capo dell’impresa familiare per un periodo di almeno quattro anni.

Un’altra novità riguarda il numero massimo di persone ammissibili a bordo: per il servizio di gondola pubblico non di linea passerà da sei a cinque persone, per il servizio “da parada” da quattordici a dodici persone.

Nel nuovo testo viene inoltre regolamentato il procedimento disciplinare dei sostituti e viene introdotto, tra gli esami di idoneità fisica necessari, l’obbligo di sottoporsi a test tossicologici per accertare l’idoneità psicofisica.
Particolare attenzione viene inoltre dedicata alla divisa dei gondolieri che durante la stagione invernale prevede pantaloni lunghi classici non attillati, senza tasconi laterali, di colore blu scuro o nero e marinera di colore blu scuro e nero; è ammesso il maglione con righe bianco/blu o bianco/rosso di spessore da 1 a 3 cm; è consentito l’uso di giubba nero o blu scuro come è altresì ammessa, in caso di pioggia, cerata in tinta e copricapo impermeabile.

Durante la stagione estiva si potranno indossare pantaloni lunghi classici non attillati, senza tasconi laterali, di colore blu scuro o nero, camicia di tela alla marinara bianca; è ammessa la maglietta con righe bianco/blu o bianco/rosso di spessore da 1 a 2,5 cm; è permesso il cappello nero o blu in lana o cotone senza scritte o con logo dell’associazione gondolieri o basco nero con pon pon o cappello di paglia con fascia colorata, solo per i traghetti da parada è ammesso il cappello bianco con frontalino senza scritte o con il logo dell’associazione Gondolieri. Le scarpe potranno essere nere, marrone o blu scuro; è ammesso l’uso di scarpe bianche e/o sandali scuri chiusi con l’uso di calzino scuro.

Nel servizio a due remi i gondolieri dovranno vestire con la divisa uguale. Il servizio di cerimonia o di lusso dovrà essere effettuato in livrea (scarpe bianche, calzoni bianchi, fascia e fazzoletti di colore uguale).
Nel nuovo Regolamento, infine, l’assegnazione dei compiti prima attribuiti all’Istituzione per la Conservazione della Gondola e la tutela del Gondoliere, sciolta con deliberazione del Consiglio comunale nel 2016, viene attribuita al dirigente competente della Direzione Mobilità e trasporti, in particolare per quanto riguarda la Commissione di disciplina e la Commissione di concorso per le nuove licenze.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*