Prendi nota

Venezia/Fase 2 anche per la Questura: pronti passaporti, licenze e permessi

Il coronavirus non ha fermato l’attività della Questura di Venezia, ed in particolare della Divisione Polizia Amministrativa e dell’Ufficio Immigrazione, che sono rimasti al servizio: sono pronti per la consegna 2000 passaporti e numerose altre licenze (porto di fucile per uso sportivo e uso caccia, VLT, sale scommesse, compro-oro, volo da diporto), nonché 3500 permessi di soggiorno.

Si apre dunque la “Fase 2”: quella della consegna al pubblico.

Se durante il periodo di emergenza sanitaria gli sportelli di Polizia amministrativa della Divisione P.A.S.I. e dei Commissariati Sezionali e Distaccati sono rimasti aperti al pubblico solo per comprovate urgenze di lavoro, salute, necessità previste dalla speciale normativa in vigore, adesso, con i dovuti accorgimenti e nel rispetto delle regole anticontagio, è stato predisposto un nuovo sistema di riconsegna al pubblico di passaporti, licenze e permessi di soggiorno, che prenderà il via quando il Ministero dell’Interno avrà determinato la data di riapertura.

PASSAPORTI
Sono stati stampati oltre 2.000 passaporti relativi ad istanze presentate prima del lockdown.
Allo scopo di agevolare la restituzione degli stessi al cittadino ed evitargli di dover percorrere, in molti casi, distanze anche significative, la consegna dei passaporti per i residenti nei Comuni non sede della Questura (Venezia) e dei Commissariati Distaccati (Chioggia, Jesolo, Portogruaro), avverrà presso i Comuni territorialmente competenti: pattuglie della Polizia di Stato cureranno la consegna dei documenti agli Uffici comunali, con i quali gli interessati prenderanno gli opportuni contatti per conoscere le modalità di ritiro o consegna.

I cittadini iscritti A.I.R.E. che hanno presentato le istanze presso la Divisione P.A.S.I. di via Nicolodi, potranno recarsi presso gli stessi sportelli, previo appuntamento.
Le nuove istanze saranno gestite online attraverso l’Agenda passaporti www.passaportoonline.poliziadistato.it , rispettando la competenza territoriale degli Uffici (i vari Comuni e, all’interno del Comune di Venezia, le singole località). Eventuali comprovate urgenze saranno valutate di volta in volta dai singoli Uffici.

LICENZE di POLIZIA
Per quanto riguarda le licenze di porto di fucile per uso sportivo e uso caccia, quelle stampate in questo periodo sono state fatte recapitare agli intestatari grazie alla collaborazione delle Stazioni Carabinieri dei Comuni periferici, per evitare loro lunghi spostamenti.
A partire dalla riapertura, la presentazione delle nuove istanze ed il ritiro delle licenze sulle armi rilasciate avverrà, per i Comuni non sede della Questura e dei Commissariati Distaccati (che rimangono competenti per il territorio del proprio comune), tramite inoltro alle Stazioni Carabinieri.
Le altre licenze (VLT, sale scommesse, compro-oro, volo da diporto, ecc…) saranno invece ricevute tramite il SUAP, quando previsto, o previo appuntamento da prendere presso l’ Ufficio.

PERMESSI DI SOGGIORNO
Sono 3500 i permessi di soggiorno pronti alla consegna.
In attesa dell’indicazione di una data ufficiale da parte del Ministero, si anticipa che in una prima fase gli sportelli dell’Ufficio saranno aperti per le sole consegne di tali permessi di soggiorno.
L’accesso allo sportello sarà consentito solo previa prenotazione mediante la “piattaforma cupa”, già sperimentata dallo scorso autunno per la prenotazione delle istanze dei soggiorni cartacei.
Attenzione: questo sistema di prenotazione sarà attivo solo quando il Ministero dell’Interno avrà fissato la data di riapertura, che sarà pubblicata sul sito della Questura di Venezia.

Il cittadino straniero interessato dovrà verificare di avere un soggiorno “in consegna” (al link: https://questure.poliziadistato.it/stranieri/ inserendo il numero di pratica o assicurata) e prenotare direttamente il proprio appuntamento, registrandosi sul portale https://cupa-project.it.

Si potrà procedere alla prenotazione dell’appuntamento selezionando la provincia competente (“Venezia”) e la tipologia del servizio (“consegna del soggiorno”). Si potrà indicare, accanto alla data, anche l’orario di prenotazione, che si raccomanda di rispettare al fine di evitare assembramenti all’esterno della Questura.
Il servizio è completamente gratuito e per usufruirne è necessario unicamente essere titolare di una casella di posta elettronica.

Il giorno dell’appuntamento il cittadino straniero dovrà portare con sé la ricevuta di convocazione stampata ed il passaporto in corso di validità.
Si precisa che l’appuntamento è personale per ogni cittadino maggiorenne (i minori sono inclusi nell’appuntamento prenotato dal genitore o tutore).

Per quanto riguarda la ricezione dei legali, in attesa di ripristinare le ordinarie modalità di audizione, si informa che già da questa settimana sarà possibile inoltrare via pec all’Ufficio Immigrazione (all’indirizzo: immig.quest.ve@pecps.poliziadistato.it) le istanze di accesso agli atti, alle quali verrà dato riscontro in via telematica.

Presso i Commissariati distaccati di Jesolo, Chioggia e Portogruaro il ritiro dei permessi di soggiorno sarà possibile in base a convocazione per lettera alfabetica, secondo il calendario che verrà prossimamente pubblicato sul sito della Questura e comunicato agli organi di informazione.

Gli Uffici della Questura e dei Commissariati sono sempre a disposizioni dell’utenza per informazioni od urgenze tramite mail o Pec o attraverso i numeri telefonici indicati nel sito ufficiale della Questura.
Per ogni ulteriore notizia e aggiornamento, e per conoscere gli orari degli Uffici, si può consultare il sito della Questura (https://questure.poliziadistato.it/it/Venezia), sul quale verrà pubblicata ogni comunicazione inerente alla riapertura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button