Venezia

Venezia e Mestre/Controlli sulla movida ma ad esagerare sono due 50enni

Polizia locale: sequestri di droga e daspo urbani nei controlli della “movida” notturna. Attività congiunta con i Carabinieri in zone strategiche della città

Nel week end appena trascorso, Polizia locale e Carabinieri hanno collaborato in una nuova serie di controlli sulla Movida sia veneziana che mestrina.

Nella serata di sabato, tra le 20 e le due di notte, sono state controllate le aree maggiormente frequentate delle due città.
Il bilancio è di un giovane denunciato a piede libero perchè trovato in possesso di una rilevante quantità di marjuana.
Nel conto anche due sanzioni amministrative e un daspo temporaneo per violazioni alle norme di decoro urbano e rispetto del suolo pubblico.

Nel primo caso si trattava di un ragazzo fermato in Campo Santa Margherita e trovato in possesso di sostanze stupefacenti. Nella sua abitazione poi, le forze dell’ordine hanno rinvenuto quasi un etto di marjiuana ed un bilancino elettronico di precisione. Il giovane è stato denunciato a piede libero per possesso ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Sempre in Campo Santa Margherita è stato multato per eccesso alcolico un uomo che creava disturbo nella zona di San Pantalon.

Gli altri casi riguardano due situazioni avvenute a Mestre in via Piave.
Qui è stato sanzionato un uomo di cinquant’anni che si intratteneva con una prostituta; sempre in via Piave, multa per un altro cinquantenne reo di aver urinato sulla strada, dopo una serata di eccessi alcolici.
Multato sia per l’ubriachezza che per il gesto commesso, ha ricevuto un daspo da Mestre per 48 ore.

I controlli hanno interessato le aree di Rialto, Fondamenta Ormesini, Campo Santa Margherita a Venezia.
“Nelle acque interne – hanno sottolineato dalla Polizia locale – sono inoltre stati schierati due natanti con compiti di polizia della navigazione ed in particolare fungere da deterrente alle eventuali scorribande di barchini.

Nella terraferma mestrina le pattuglie sono state schierate in Piazzale Donatori di Sangue, Calle Legrenzi, via Bembo, Piazza Barche, Piazza Carpenedo, via Verdi”.
E’ inoltre stata schierata l’unità cinofila antidroga con la duplice funzione, hanno spiegato ancora, “di prevenire sia l’arrivo dei pusher nei campi che il mix di alcol e stupefacenti cui fanno purtroppo ricorso alcuni giovani durante la movida”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button