Venezia

Venezia/Altro passo avanti verso la copertura del campo da pattinaggio del Montessori

La Giunta comunale ieri a Ca’ Farsetti ha dato il via libera, su proposta dell’assessore Massimiliano De Martin, alla delibera di Consiglio comunale che riguarda una variante urbanistica che modifica l’indice del lotto sul quale insiste il campo di pattinaggio da verde pubblico a verde pubblico edificabile, per la copertura del campo di pattinaggio esistente all’interno nel centro sportivo Montessori.

“Si tratta di una delibera estremamente importante – spiega De Martin – che, se approvata dal Consiglio comunale così come ci auspichiamo, consentirà al Comune di poter intervenire coprendo il campo da pattinaggio e consentendone l’utilizzo anche nel periodo invernale.

Attualmente la pista, dalle dimensioni di 18×36 metri, è scoperta e recintata e, oltre ad ospitare attività di pattinaggio, viene utilizzata per giocare a calcetto e a tennis.
L’intervento che seguirà l’eventuale approvazione da parte del Consiglio comunale della variante, vuole quindi, oltre a consentire l’utilizzo della piastra anche nel periodo invernale, rendere possibile la chiusura della pista durante le ore notturne perché non vengano vandalizzate le attrezzature comuni, migliorando l’attuale protezione oggi garantita dalla presenza di una semplice recinzione in paletti e rete metallica.

Se riusciremo a raggiungere questo obiettivo, così come ci stiamo impegnando a fare, realizzeremo un sogno per tutti quei giovani atleti che oggi devono fare i conti con il meteo per capire se possono o meno allenarsi. Questo non deve più accadere ed è per questo che vogliamo dare copertura a quel campo”.

Se tutto dovesse andare come previsto, i lavori, per un importo previsto di 350mila euro, dovrebbero iniziare già a partire dai prossimi mesi e riguarderanno i seguenti interventi principali:

• la rimozione dei lampioni sul lato ovest del lotto e spostamento di quelli sul lato est;
• la realizzazione di un cordolo di fondazione per la posa della copertura prefabbricata e la realizzazione delle canalette di scarico delle acque meteoriche, nonché alcune modifiche ai marciapiedi esistenti;
• la fornitura e l’installazione della copertura prefabbricata compreso il nuovo impianto di illuminazione della pista;
• gli allacciamenti alla rete esistente del Centro (rete elettrica-illuminazione e rete acque bianche);
• la nuova Pista Polivalente sarà quindi illuminata con corpi luce a led interni alla nuova copertura e applicati direttamente alla struttura e verrà creata una linea di emergenza dedicata e collegata ad un UPS perché le parte delle lampade rimangano accese ad illuminare la pista in caso di black-out.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button