Venezia

Venezia/All’ospedale inaugurato il nuovo padiglione Gaggia

Venezia – “Questo padiglione storico, rinnovato, moderno, ricco di tecnologie e professionalità è la dimostrazione lampante che in questi due anni di pandemia la sanità veneta non si è fermata, ma ha avuto la forza di continuare a investire e progredire.
Siamo di fronte a una novità di significato non comune, perché l’Ospedale San Giovanni e Paolo di Venezia è una struttura strategica, non solo per la città lagunare, ma per tutta la sanità veneta.
Venezia è città internazionale per vocazione e una sanità d’eccellenza è un biglietto da visita importante, per i residenti, per i turisti e per gli studenti che vengono da tutto il mondo a frequentare i corsi di Cà Foscari e dello Iuav”.

Lo ha detto l’Assessore alla Sanità della Regione Veneto, Manuela Lanzarin, inaugurando oggi all’Ospedale Civile di Venezia, con il Patriarca Francesco Moraglia e molte altre autorità locali il rinnovato padiglione “Gaggia”, portato a un livello strutturale elevatissimo con un intervento costato 9 milioni e 700 mila euro.

“Non è finita qui – ha aggiunto la Lanzarin – perchè Questo intervento è stato realizzato come importante step attuativo del Master Plan pluriennale di riassetto strutturale-funzionale dell’Ospedale Civile di Venezia, sul quale verranno investiti altri 61 milioni di euro, restaurando anche l’Ospedale San Lazzaro dei Mendicanti, che diventerà sede della Casa della Comunità con tutte le attività sanitarie e territoriali, a sancire l’importanza e la strategicità dell’integrazione tra ospedale per acuti e medicina territoriale e dell’interazione con il mondo delle fragilità”.

Il Padiglione Gaggia ospita al piano terra: lato sinistro, Radioterapia, Medicina Nucleare, Fisica Sanitaria; lato destro, Emodialisi e Nefrologia.
Al primo piano, Radiologia-TAC-RMN. Al secondo piano, Day Hospital Oncologico, Reumatologia.

Grazie a questo intervento, tutte le attività diagnostiche e di degenza dell’Ospedale Civile risultano ora alloggiate nella parte più moderna del complesso Ss.Giovanni e Paolo, costituito da cinque padiglioni collegati tra loro grazie ad un tunnel sopraelevato, e da un’elisuperficie sul tetto del padiglione Jona.
Il Padiglione Gaggia è anche il cuore tecnologico medicale, ora aggiornatissimo, dell’Ospedale, con un nuovo Acceleratore lineare per la Radioterapia, una nuova Gammacamera per la Medicina Nucleare, due nuove TAC per la Radiologia e la Radioterapia, due nuovi Telecomandati, un nuovo Ortopantomografo e nuovo Mammografo per la Radiologia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button