Veneto

Veneto Strade al lavoro per riaprire la strada per Zoldo, almeno una corsia per Natale

Gli operatori di Veneto Strade sono incessantemente al lavoro con la pulizia delle strade dalla neve e dai detriti franati nei giorni scorsi.

Le squadre hanno lavorato senza sosta tanto da permettere la riapertura della SR 48 “delle Dolomiti” fino a Misurina.
Riaperte anche la SP 3 “Valle Imperina” e la Sp 6 “Danta di Cadore”, in Comelico.
I Passi restano chiusi ad eccezione del Campolongo, che però risulta chiuso dalla parte trentina.

Ma l’impegno più gravoso è quello di far di tutto per cercare di riaprire entro Natale almeno una corsia della Sp 251 “della Val di Zoldo” tra Longarone e Forno di Zoldo, dove il movimento franoso è stato molto consistente.

Il Direttore Generale di Veneto Strade, Silvano Vernizzi, intervistato sulla situazione aveva dichiarato “servirà tutto il mese di gennaio per poter riaprire la strada”.
Ora che è migliorata la situazione sulle strade del Bellunese, grazie anche alle condizioni meteo più clementi rispetto ai giorni passati, le squadre di lavoro sono già all’opera.

Lo stesso sindaco di Val di Zoldo, de Pellegrin, ha avuto rassicurazioni che in due settimane verrà aperto almeno una corsia della 251.

Nel frattempo è stato scongiurato l’isolamento dell’Alto Zoldano, visto che è transitabile anche Forcella Cibiana, mentre Forcella Staulanza e il Passo Duran, sono aperti solo per le emergenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button