Venezia

Vandalo sacrilego a Marghera/Decapitata la statua della Madonna: preso

Nelle prime ore della notte scorsa, la statua della Madonna di Piazzale Giovannacci a Marghera è stata oggetto di un deprecabile atto vandalico: decapitata la testa e mozzate le mani del monumento.
Grazie al sistema di videosorveglianza, il responsabile del gesto è stato identificato, fermato e messo a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

A lanciare l’allarme era stato un passante che aveva assistito all’atto vandalico e che ha saputo descrivere l’uomo che aveva agito agli agenti delle Volanti.

Pochi minuti dopo, il soggetto è stato rintracciato in zona: si tratta di un trentunenne palestinese, corrispondente alla descrizione fornita e inchiodato alle sue responsabilità dalle immagini delle telecamere.

Accompagnato in Questura per accertamenti, è risultato regolare sul territorio italiano, titolare di un documento di viaggio per rifugiati rilasciato dal Belgio. E’ stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per il reato di “offese ad una confessione religiosa tramite danneggiamento di cose”.

“Un gesto che offende la nostra città, la nostra storia e i nostri valori – commenta il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro – Una ferma condanna per un atto vile, che mira a ferire la nostra sensibilità.
Ho subito dato disposizione ai tecnici dei Lavori Pubblici – prosegue Brugnaro – perché la statua sia prontamente riparata e riportata al suo splendore.
Ringrazio gli agenti delle Forze dell’Ordine che sono prontamente intervenuti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button