Home -> Treviso -> ULSS2: Paola Roma eletta Presidente dell’esecutivo della Conferenza dei Sindaci

ULSS2: Paola Roma eletta Presidente dell’esecutivo della Conferenza dei Sindaci

La Conferenza dei Sindaci dell’Ulss 2 ha eletto, oggi pomeriggio, presidente e vice presidente dell’esecutivo della Conferenza dei Sindaci. La scelta è caduta, rispettivamente, su Paola Roma, sindaco di Ponte di Piave e presidente del Comitato dei Sindaci del Distretto Treviso; vicepresidente, invece, è stata eletta Lisa Tommasella, Sindaco di Codognè e presidente Comitato dei Sindaci Distretto Pieve di Soligo.   

L’esecutivo, in virtù delle decisioni assunte nel corso della riunione odierna, sarà composto, oltre che da presidente e vice presidente, da Annalisa Rampin, Fabio Chies, Marco Turato, Rossella Cendron e Davide Bortolato (eletto oggi come settimo componente). La presenza di Rossella Cendron è legata al fatto che il Sindaco Comune di Treviso ha delegato in modo permanente a sedere al suo posto in seno all’Esecutivo il Sindaco del Comune di Silea. 

“Ringrazio per la fiducia accordatami – ha commentato Paola Roma subito dopo l’elezione -. Sono onorata di poter ricoprire questo ruolo e di rappresentare, assieme alle colleghe Rampin e Tommasella, le istanze del territorio nell’ambito dell’Ulss 2.  Stiamo lavorando con un forte spirito di squadra sulle varie tematiche, ci aspettano sfide importanti – a cominciare dai Piani di Zona –  su cui la collaborazione è fondamentale. Uno spirito di squadra, tengo a sottolineare, che emerge con tutta evidenza anche dalla rinuncia del Sindaco di Treviso a sedere nell’esecutivo a favore del Sindaco di Silea. Un segnale che testimonia le modalità con cui stiamo lavorando, modalità che mettono al primo posto le istanze delle nostre collettività”.   

1 Commento

  1. giuseppe scaiola

    In nome della Libertà
    6 novembre 2017 · La Spezia ·
    Un bell’esempio di Donna Trevigiana, donna esempio della Lega, Lisa Tommasella, cittadina eletta, che evidentemente sì è montata la testa e ne ha combinate di tutti i colori peggio dell’arcobaleno, nel senso figurato del termine, di fatto una disgraziata!
    Addirittura non partecipa alle riunioni per capriccio perché con poca umiltà non ha fatto carriera. Come hanno fatto quei gnoccoloni a votare una delinquente e disgraziata del genere? Se uno è intelligente una così non la vota!
    Eletta in un piccolo paesino della Provincia di Treviso, file Lega Nord, ha pensato bene di fare bullismo sulla collega precaria del Comune, dove lavorava, Portobuffolè….Alla fine Lei è rimasta, la poveretta che veniva in bici perchè senza patente, mai conseguita, ha perso il posto.
    Ha perseguitato poi le due sostitute stagiste, facendogli stalking e mobbing…e son fuggite…
    Infine sè l’è presa con l’ex fidanzato, friulano e non trevigiano che non poteva mancare all’appello. Gli son capitate di tutti i colori…Evidentemente ha usato il proprio ruolo politico, per muovere la macchina dello Stato contro il poveretto….che ha perso 3/4 degli amici….e anche il lavoro più volte, dopo che l’ha scaricato, dopo 6 anni, ad una funzione pubblica, il giorno dell’anniversario della morte di suo padre, morto di cancro!!!….
    Andando a lavorare a Mansuè poi, voleva far le scarpe alla bibliotecaria, titolare in maternità!
    Mancava la chicca. Mentre era all’università a Udine ed era in appartamento con ragazze di Belluno ha pensato bene di soffiare il fidanzato a una di loro. Risultato le due si son nascoste nello sgabuzzino ed appena Lei faceva tutte le sue avance, sono uscite e l’hanno presa a bastonate. I genitori a quel punto l’hanno messa in collegio dalle suore ma anche lì usciva di soppiatto da un pertugio per andar per la città con la fidata amica Nada a militari, ritornando al mattino, facendo creder alle altre ragazze che studiava tutta la notte….La Manichella…..
    O ma queste son le donne di Treviso? Come è stata educata? Come allo zoo? Queste son le donne in carriera della LEGA? Poi dicon che il Veneto è una regione progredita ma se queste son gli esempi regredisce alla preistoria!
    Crediamo proprio di no, che non sia il vero veneto questo, speriamo! Povera Tina Anselmi se potesse ancora sentire queste storie…. Lei sì era una Politica….questa invece è una cabarettista, razzista e bulla….come faccia una disgraziata così, che si compra i voti ( non ci vuole un genio…in meridione lo sanno bene, favori a destra e a manca e peschi bei voti), ad esser sempre eletta, nella completa assuefazione della Magistratura Trevigiana che evidentemente o sa o dorme in piedi, presa in giro da questi novelli Kapò nazisti in giacca verde! Il Presidente Mattarella dov’è? Qui lo Stato di Diritto chiede di batter un colpo! Il nome della “signora” è LISA TOMMASELLA con una M perchè i parenti con una m l’hanno disconosciuta…….
    Povero il marito verrebbe da dire….ma chi sì è sposata? crudelia demon?
    Solo chi è un emerito disgraziato o un bastardo può aver concepito una storia del genere….altro che pupilli o nuovi nobili….la feccia della società trevigiana è giusto dirlo anche per quei giornalisti osannanti come cagnolini da passeggio al guinzaglio del padrone…Adesso poi fa il Sindaco che Dio ci aiuti verrebbe da dire…Certo che se questa donna che ne ha combinate di cotte e di crude è il primo cittadino vien da pensare pesantemente cosa sia il resto del paesino….Ripetendo chiaramente visto che con i disgraziati repetita iuvant funziona sempre….che una che si comporta così è indiscutibilmente una disgraziata….e le elezioni se le è comprate….cosa che tra di loro si sa bene….per i poveri presidenti di seggio che credono sia tutto regolare…..
    Grazie infinitamente per le oltre 100.000 visite al post…

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*