Veneto

Turismo/Il Veneto punta alla grande “V”

Il Veneto punta alla “Grande V”, ma non sbagliatevi: non è la “V” di vendetta che ricorderete in un celebre film del 2005 e che incarnò il desiderio di ribellione di una società troppo compressa in regole e leggi dittatoriali.

La grande “V” a cui punta il Veneto per rilanciare il suo turismo (18 miliardi di fatturato/anno, come ricorda a ogni piè sospinto Luca Zaia) è l’obbiettivo finale di una grande campagna pubblicitaria di immediata partenza.
Due milioni e 300 mila euro per cercare di risollevare da subito unsettore vitale per la Regione.

Perchè la “V”: V di Veneto, ovviamente, ma anche di Venezia, verona, Vicenza: c’è una “V”, ha ricordato oggi l’Assessore Caner, in ogni provincia veneta, Belluno esclusa che però già si propone da qualche tempo come “la montagna di Venezia”: ecco, la V c’è anche li.

L’idea della Regione è quella di unificare tutta la proposta turistica regionale, l’intero Veneto, sotto l’egida della grande “V”: ci arriveremo tra qualche tempo, par di capire.

Anche con strumenti moderni affiancati a quelli più tradizionali.
Non solo fiere o reclame sulla carta stampata dunque, ma anche 350 mila euro in pubblicità sui Social, da Facebook a Instagram fino addirittura agli Influencer.

L’influencer marketing è una branchia molto recente del marketing: in pratica, si concretizza quando seguite Chiara Ferragni sui suoi canali e finite per acquistare le scarpe che le vedete calzare.
Sottolinea l’assessore: una forma di pubblicità innovativa per tutti e ancora di più se si pensa che a “spenderla” sarà un ente pubblico come la Regione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button