Treviso

Treviso: passeggeri vogliono viaggiare a sbafo su treno e bus: finiscono denunciati

Agenti della Questura di Treviso, ieri hanno denunciato cinque persone per rifiuto di declinare le proprie generalità a pubblici ufficiali nell’esercizio delle loro funzioni.

Si tratta di una giovane appena 18enne che, salita a bordo di un treno regionale senza biglietto, si è dapprima rifiutata di declinare le proprie generalità al controllore, per impedirgli di elevare la prevista sanzione, reiterando poi nella sua condotta anche a seguito dell’intervento di un agente di Polizia Penitenziaria, che si trovava a bordo del convoglio e che era intervenuto in ausilio del personale ferroviario.

Fatti analoghi, nel pomeriggio, in Lungo Sile Mattei, dove quattro giovani, tutti di età compresa tra i venti e i trent’anni, sono saliti a bordo di un autobus di linea sprovvisti di biglietto, rifiutandosi di declinare le proprie generalità sia ai controllori del trasporto pubblico locale sia agli agenti delle volanti intervenuti sul posto.
I cinque sanzionati si sono visti aggravare la loro posizione con la condotta adottata e dovranno ora rispondere penalmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button