Treviso

Trevigiani vittime di truffe. I CC smascherano i responsabili

I Carabinieri del Comando Provinciale di Treviso hanno scoperto nei giorni scorsi una serie di truffe perpetrate ai danni di acquirenti e venditori di beni e servizi on-line.
In particolare:

  • i militari della Stazione di Mogliano Veneto hanno identificato quattro soggetti campani ritenuti i presunti autori di una truffa perpetrata la scorsa estate ai danni di una 24enne del veneziano convinta ad effettuare alcuni bonifici, dell’importo complessivo di più di 1.000 Euro, per ottenere la copertura assicurativa del veicolo da parte di una società pubblicizzata su internet, ricevendo tagliandi e contratti assicurativi rivelatisi falsi;
  • i Carabinieri della Stazione di Valdobbiadene hanno individuato quattro soggetti, tre uomini ed una donna che nell’agosto scorso, in riferimento all’annuncio di vendita di un tosaerba su internet, riuscivano a raggirare il venditore, un 54enne del posto, facendosi accreditare su carte ricaricabili la somma complessiva di 3.000 Euro, rendendosi successivamente irreperibili;
  • i Carabinieri della Tenenza di Oderzo hanno segnalato all’Autorità Giudiziaria un 59enne di origini baresi ed un 31enne potentino.
    I due avevano pubblicato sul un annuncio di vendita di una console stereo ed una bicicletta, riuscendo a “spillare” agli ignari acquirenti opitergini le somme di quasi 1000 Euro e 300 Euro, senza mai recapitare la merce e rendendosi irreperibili;
  • a Riese Pio X i Carabinieri della locale Stazione hanno identificato una 24enne del pordenonese che nell’ambito della trattativa per l’acquisto on-line di un set di pneumatici per autovettura, si è fatta accreditare da un 47enne circa 4.000 Euro, per poi rendersi irreperibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button