Treviso

Tre soccorsi in montagna tra i quali una donna di Conegliano precipitata dal Coldai

Alle 11 circa la Centrale del 118 è stata allertata dagli amici di un ragazzo colto da malore all’esterno di una casera a Igne, Longarone.
J.S., 31 anni, di Ponte nelle Alpi (BL), aveva infatti perso i sensi all’improvviso e i compagni lo avevano trovato così.
Ricevute le coordinate, l’elicottero del Suem di Pieve di Cadore è atterrato nelle vicinanze e l’equipe medica ha subito monitorato il trentenne, che nel frattempo aveva ripreso conoscenza, per poi caricarlo a bordo e trasportarlo all’ospedale di Belluno per le verifiche del caso.

Poco prima delle 13, è scattato l’allarme per una donna precipitata dal Monte Coldai, lanciato da un testimone che aveva assistito all’accaduto da Forcella Coldai, Val di Zoldo.
L’eliambulanza si è portata sul luogo dell’incidente e ha calato con un verricello di 30 metri tecnico di elisoccorso, medico e infermiere, che hanno raggiunto L.G., 57 anni, di Conegliano (TV), caduta mentre con un amico stava scendendo verso il lago e ruzzolata per una trentina di metri.
Prestate le prime cure per un probabile politrauma, l’infortunata è stata imbarellata e issata a bordo sempre con il verricello, per essere poi accompagnata al San Martino.

recupero infortunio sul Coldai

Alle 14 l’elicottero è infine volato alla Grotta Azzurra, a Mel, a seguito della scivolata di un escursionista. L’uomo, A.C., 73 anni, di Adria (RO), che si trovava con i familiari, aveva sbattuto a terra nei pressi della grotta, riportando possibili traumi cranico e dorsale.
Sbarcati con un verricello, equipe medica e tecnico di elisoccorso hanno preso in carico l’uomo, sul posto erano presenti il personale sanitario dell’ambulanza, il Soccorso alpino di Belluno e i Vigili del fuoco.
Una volta caricato in barella e recuperato, l’infortunato è stato portato a Belluno per le cure del caso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker