Pordenone

Tre incidenti nel weekend nel pordenonese causa fauna selvatica.

“Nel Pordenonese, durante il fine settimana, sono stati registrati ben tre incidenti gravi causati dalla fauna selvatica e, in particolare, da cinghiali e altri ungulati di grandi dimensioni.
L’esponenziale proliferazione di questi animali, che dopo le nevicate calano nei centri abitati della pianura, pone l’esigenza di ampliare orari e periodi di caccia nel nome della sicurezza stradale e della prevenzione dei danni all’agricoltura, che è quanto potremo fare dopo l’approvazione della legge di Stabilità 2021″.

Lo afferma in una nota la consigliera regionale Mara Piccin (Forza Italia), commentando “le notizie di stampa sui tre incidenti accaduti nel Friuli occidentale tra sabato 12 e domenica 13 dicembre con gravi danni alle vetture coinvolte, causati dall’invasione delle strade di due cinghiali e un cervo”.

“Per fortuna, questa volta, le conseguenze per i conducenti sono state lievi. Tuttavia, non possiamo attendere oltre – aggiunge l’esponente forzista – e che si verifichino sinistri dalle conseguenze più gravi, anche a fronte dei numerosi avvistamenti di animali selvatici di grandi dimensioni nei centri abitati e del constatato aumento degli incidenti rispetto allo scorso anno”.

“Con la legge collegata alla Finanziaria 2021, in discussione questa settimana in Consiglio regionale, potremo finalmente introdurre – osserva Piccin – un meccanismo solido, dal punto di vista normativo, per intensificare la caccia al cinghiale. Una risposta a numerosi cittadini e categorie economiche che chiedono da tempo interventi in questo senso per tutelare l’agricoltura e la biodiversità, nonché la sicurezza stradale. La regolamentazione dei periodi e degli orari del prelievo di selezione della specie potrà avvenire con delibera della Giunta regionale, sentito il parere dell’Ispra e sulla base di adeguati piani di abbattimento selettivi distinti per sesso e classi d’età”.

“L’attività venatoria resta l’unico modo, conclude la nota forzista, per limitare incidenti e danni all’agricoltura causati dall’incontrollata proliferazione di cinghiali.

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button