Home -> Venezia -> Tre borseggiatrici dell’Est, incinte, bloccate ad un imbarcadero

Tre borseggiatrici dell’Est, incinte, bloccate ad un imbarcadero

Solite denunce sontro le borseggiatrici che imperversano in centro storico a Venezia.
Questa mattina, personale in borghese della Polizia Locale è intervenuto all’imbarcadero di p.le Roma, e ha colto in flagranza di reato tre giovani donne, che stavano cercando di derubare una turista cilena in città con la famiglia.
Le borseggiatrici, due di nazionalità bosniaca e una di nazionalità croata, di 28, 26, 22 anni, sono entrate in azione dopo aver circondato alle spalle la malcapitata.
Gli agenti sono intervenuti non appena la più anziana delle tre ha aperto la cerniera dello zaino e ha cercato di infilarvi la mano.
Le tre donne, tutte in stato di gravidanza, hanno avuto destini giudiziari diversi.
La più giovane è stata denunciata e trasferita al carcere femminile della Giudecca perché deve ancora scontare 4 anni, 6 mesi e 20 giorni di reclusione accumulati per vari reati predatori.
La donna di 28 anni, destinataria di un ordine di carcerazione attualmente sospeso e la compagna di 26 sono state denunciate a piede libero.
Sempre oggi, ma nella zona della stazione ferroviaria di Santa Lucia, altre due borseggiatrici sono state denunciate per rifiuto di fornire le proprie generalità e una di queste anche per violazione del foglio di via

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*