Home -> Friuli Venezia Giulia -> Trasporto Fvg: sconti anche su abbonamenti scolastici verso Veneto
Foto: archivio

Trasporto Fvg: sconti anche su abbonamenti scolastici verso Veneto

L’abbattimento del 50 per cento del costo degli abbonamenti di trasporto scolastico sarà garantito anche agli studenti residenti in Friuli Venezia Giulia che frequentano istituti scolastici nei Comuni dell’immediata fascia confinaria in Veneto.
Lo ha stabilito una delibera approvata dalla giunta che completa il quadro dei provvedimenti con cui la Regione ha introdotto agevolazioni sul trasporto scolastico con il taglio del costo degli abbonamenti annuali extra urbani.
La misura riguarda circa 650 studenti residenti in Friuli Venezia Giulia che utilizzano bus e corriere forniti dalle aziende di Trasporto pubblico locale ATVO “Azienda Trasporti Veneto Orientale”, MOM “Mobilità di Marca” e Dolomiti Bus.
Potranno usufruirne, ad esempio, gli studenti che risiedono a Latisana, Prata di Pordenone, Brugnera, Pasiano di Pordenone, Morsano al Tagliamento diretti a scuola a Oderzo, Portogruaro, Motta di Livenza o San Donà di Piave, oppure gli studenti di Sappada che frequentano gli istituti scolastici di Santo Stefano di Cadore, Auronzo o Tai di Cadore.
L’agevolazione non avverrà tramite uno sconto diretto sull’acquisto dell’abbonamento, come previsto per chi acquista abbonamenti da aziende Tpl del Fvg, bensì attraverso un contributo diretto pari al 50% del costo dell’abbonamento che la Regione Friuli Venezia Giulia riconoscerà direttamente alle famiglie.
Possono beneficiare del contributo gli studenti residenti in Friuli Venezia Giulia, di età inferiore ai 27 anni che acquistino abbonamenti per l’utilizzo di servizi extraurbani su gomma (solo abbonamenti annuali) riferiti al percorso casa-scuola ed effettuati con uno dei tre vettori convenzionati (ATVO “Azienda Trasporti Veneto Orientale”, MOM “Mobilità di Marca” e Dolomiti Bus).
Per poter fruire dell’agevolazione sperimentale i beneficiari dovranno presentare specifica domanda su modello che sarà messo a disposizione dalla Regione a partire dall’1 ottobre 2019.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*