Veneto

Tragedia sulla Tofana. Valanga investe e uccide 23enne scialpinista. Illeso il fratello

Primo week-end dopo il lungo lockdown e con la giornata splendida molti escursionisti sono andati in montagna.
In particolare gli scialpinisti hanno approfittato dell’innevamento presente sul versante nord della Tofana di Rozes, che guarda il Rifugio Giussani.
Tra questi anche due fratelli di Belluno.

Al momento della discesa, il fratello più giovane, anziché prendere il rientro classico, si è tenuto a destra e ha preso un canale che porta dietro Punta Marietta.

All’improvviso si è staccato un lastrone di ghiaccio che lo ha investito e trascinato 200 metri più in basso.
Il fratello più grande cha ha assistito alla tragedia ha subito allertato il Suem 118.

Sul posto si è diretto l’elicottero di Pieve di Cadore, dopo aver imbarcato personale del Soccorso alpino e della Guardia di finanza di Cortina.
Una volta individuato il corpo a circa 2.550 metri di quota, i soccorritori sono stati sbarcati con un verricello di 70 metri.

La salma, ricomposta e imbarellata, e stata recuperata e trasportata a valle, per essere poi accompagnata nella cella mortuaria di Cortina. L’eliambulanza ha imbarcato anche il fratello del giovane, rimasto illeso.

Tommaso Redolfi dal suo profilo Facebook

La vittima è il 23enne di Belluno, Tommaso Redolfi.
Illeso il fratello 27enne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button