Venezia

Spinea/I gemelli della marijuana colti sul fatto

Operazione antidroga dei Carabinieri della Stazione di Spinea che hanno denunciato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti B.O.J.C. e B.O.J.E. fratelli gemelli di 19 anni ed il coetaneo G.A.F., tutti originari del Burkina Faso ma residenti in terraferma.

L’operazione, dopo che informazioni raccolte sul territorio avevano indicato la presenza di spaccio tra giovanissimi, nella zona a ridosso della frazione di Chirignago, a due passi dal nuovissimo fast food aperto in settimana.

Ieri sera i militari hanno tirato le somme quando una pattuglia ha notato un gruppetto di cinque ragazzi che stazionavano nel parcheggio del nuovo locale.
Alla vista dei carabinieri, tre di loro cercavano di nascondersi tra le auto in sosta, subito bloccati dai militari.

Colti sul fatto, i gemelli e il complice cercavano di addossare ogni colpa ad un quarto giovane, ma il sacchetto e le dosi trovate loro addosso li hanno inchiodati alle rispettive responsabilità.

Si trattava in tutto di 56 grami di marijuana e di un bilancino di precisione: una quantità che non permetteva di procedere con l’arresto dei 3, scattando invece la denuncia in stato di libertà, compresa quella per il reato di calunnia nei confronti del falsamente incolpato.

Gli inquirenti stanno approfondendo l’indagine, certi di aver spento sul nascere un nuovo polo di smercio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button