Home -> Spettacoli -> Spaesaggi, il 19 settembre al Teatro Duse di Asolo

Spaesaggi, il 19 settembre al Teatro Duse di Asolo

Asolo – La rabbia e l’amore, la cura e l’abbandono, la memoria e l’oblio: sono gli opposti in gioco in Spaesaggi, lo spettacolo di Francesca Gallo e Filippo Tognazzo che debutta nell’Asolano sabato 19 settembre, alle 18 (con replica alle ore 21), al Teatro Duse di Asolo nell’ambito di “Fucina del Gusto” 2020, la kermesse promossa da CNA Asolo insieme a decine di attori del territorio* e con il contributo di Ebav.

Francesca, figlia di artigiani, e Filippo, figlio di operai, propongono un viaggio di parole e musica lungo un’intera generazione, la loro, dal 1976 ad oggi: 44 anni storia, sufficienti per guardarsi in giro e osservare cos’è rimasto. Del nostro paesaggio esteriore, certo, ma non solo: cos’è rimasto di chi eravamo, c’è rimasto del nostro paesaggio interiore, quali valori, quali sogni, quali aspirazioni.

«Per riprogettare il futuro dei nostri territori, che è quello che stiamo facendo con la candidatura dell’area del Massiccio del Grappa a riserva della Biosfera Mab Unesco, serve comprendere bene dove ci troviamo oggi – racconta Angelina Tedesco, direttrice di CNA Asolo -. E questo intenso spettacolo ci offre uno sguardo prezioso sui noi stessi e su quello che abbiamo intorno. È davvero un’occasione importante per “ricominciare” anche dopo la brutta avventura del Covid-19».

Le terre dell’Asolano e del Grappa sono una riserva di saperi e sapori: i saperi dell’artigianato e i sapori della terra che costituiscono un mix dalle potenzialità di attrazione turistica non ancora dispiegate compiutamente.
CNA, da oltre dieci anni grazie a “Fucina del Gusto”, sta facendo la sua parte per promuovere un territorio bellissimo di cui l’artigianato e la piccola e media impresa si sentono parte integrante.

Quest’anno, causa epidemia, “Fucina del Gusto” non è andata in scena a maggio ma ha voluto comunque esserci, anche per dare il segnale di una volontà di ripartenza.
A presentare la serata sarà la giornalista Marina Grasso che da anni accompagna la crescita di “Fucina del Gusto”.

«I “cento orizzonti” di queste terre possono continuare a guardare lontano se oltre all’orizzonte delle splendide colline manteniamo vivo l’orizzonte economico – commenta Marina Grasso -. La cultura può essere la dinamo che mette in modo un processo virtuoso anche sul fronte produttivo. Che il mondo artigiano si impegni nel promuovere la cultura è già il segnale di una sinergia virtuosa».

I posti in Teatro sono limitati per favorire il distanziamento sociale previsto nel rispetto delle normative vigenti.
È stato predisposto un bus navetta che farà servizio dal parcheggio dell’ospedale. L’ingresso è libero, con prenotazione obbligatoria dal sito www.cnaasolo.it. Per informazioni: 0423.55152 – asolo@cna.it
Per maggiori informazioni sullo spettacolo Spaesaggi, prodotto da Zelda:
www.zeldateatro.com/spettacoli/spaesaggi/

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*