Venezia

Spacciatore arrestato in via Piave. Denunciata la cliente, una 25enne pordenonese

La Polizia locale ha arrestato in via Piave a Mestre, nel sottoportico Hotel Plaza un 28enne nigeriano pregiudicato per il reato di spaccio di sostanze stupefacenti.

Gli agenti in servizio si erano accorti dell’arrivo di una giovane, già nota come tossicodipendente e già osservata in diverse precedenti operazioni.
La donna ha imboccato il sottoportico e si è avvicinata al pusher che, dopo un breve scambio di battute, ha sputato dalla bocca due piccoli involucri bianchi e li ha consegnati alla donna.
Questa gli ha dato due banconote da 10 euro.

Quando la giovane si è allontanata è stata avvicinata dagli agenti: dopo aver fatto inizialmente resistenza ha poi aperto le mani e fatto cadere i due involucri ricevuti dal pusher.
Uno di essi è finito dentro una grata e non è stato quindi possibile recuperarlo, mentre la dose rimasta è risultata eroina.

Nel frattempo il nigeriano è stato bloccato da altri agenti di Polizia locale: a suo carico sono emersi precedenti.
Lo spacciatore è stato perciò dichiarato in arresto.
Al termine dell’udienza di convalida l’uomo è stato rimesso in libertà con divieto di dimora a Venezia in attesa del processo che si terrà a luglio.
La donna, pordenonese di anni 25, è stata denunciata per resistenza e “daspata” dal Rione Piave.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button