Veneto

Sociale/Ok dalla Regione a 20 mln per immobili per non autosufficienti

Sta per chiudersi, con la completa distribuzione dei 20 milioni di euro previsti dalla legge regionale, la gestione del fondo per la concessione di finanziamenti a progetti di investimento per la realizzazione di interventi edilizi sul patrimonio immobiliare, pubblico o privato no profit, dedicato all’erogazione di servizi sociali o socio sanitari.

Con una delibera approvata dalla Giunta regionale, su proposta dell’Assessore alla Sanità e Sociale, è stato dato il via libera definitivo a 21 progetti in altrettante strutture delle province di Belluno, Padova, Rovigo, Treviso, Venezia, Vicenza e Verona per un valore complessivo di 15 milioni 437 mila 848 euro; e sono stati determinati i criteri per l’assegnazione dei rimanenti 4 milioni 562 mila 151 euro a progetti in graduatoria. L’ammissione di altre domande avverrà in rapporto alla piena sostenibilità finanziaria dell’intervento e al rispetto di un generale principio di equità tra gli ambiti territoriali.

“In 3 anni – fa notare l’Assessore – la Regione ha concentrato 30 milioni di euro sugli immobili esclusivamente dedicati ai non autosufficienti, traducendo in risposte concrete le principali necessità provenienti dalla società civile e dalle famiglie. L’attenzione alla non autosufficienza – dice l’Assessore – è non solo una necessità reale in una società che invecchia sempre di più e dove aumentano anno dopo anno le cronicità, ma anche un segnale di civiltà verso i nostri anziani e le loro famiglie”.

I 21 progetti, per i quali è già stata comunicata la disponibilità dei fondi ai richiedenti, sono i seguenti:

• Provincia di Belluno – Associazione SOTERIA (1 milione); Comune di Valbelluna (1 milione).
• Provincia di Padova – Ipab Casa Soggiorno Montagnana (960 mila euro); Ipab Moretti Bonora (560 mila euro); Ipab Galvan (1 milione 320 mila euro); Ipab CSA Monselice (360 mila euro).
• Provincia di Rovigo – Ipab Lendinara (800 mila euro); Ipab Villa Resemini (205 mila euro.

• Provincia di Treviso – Ipab Bon Bozzolla (2 milioni di euro); Ipab Villa Fiorita (450 mila euro); Ipab Tomitano Boccassin (187 mila euro); Fondazione Maria Rossi (562 mila 992 euro).

• Provincia di Venezia – Opera S. Maria della Carità (160 mila euro).

• Provincia di Vicenza – Ipab Suor Diodata Bertolo (2 milioni di euro); Comune di Santorso (764 mila euro); Ipab Villa Serena Solagna (436 mila euro).
• Provincia di Verona – Ipab Campostrini (1 milione 100 mila euro); Ipab Don Mozzatti (81 mila 225 euro); Ipab Cesare Bertoli (230 mila euro); Fondazione Opera Pia Ciccarelli (679 mila 555 euro); Ipab di Bussolengo (582 mila 068 euro).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button