Friuli Venezia Giulia

Soccorso in montagna 2 volte in pochi giorni/Questa volta è grave

Sono decisamente giorni di gran lavoro per il Soccorso Alpino.
parecchi, anche nelle ultime ore, gli interventi portati a buon fine sia in Veneto che in Friuli Vg.

Si è chiuso alle 11.45 il soccorso scattato intorno alle 10.50 in località Caneva di Tolmezzo. È qui, lungo il sentiero che conduce alla Pieve di Santa Maria Oltrebut, tra i rovi, che è stato notato senza sensi un uomo di 74 anni visto da un gruppo di ragazzi che stavano salendo, a circa metà sentiero.

Si tratta della stessa persona che qualche giorno fa era stata soccorsa sotto Torre Picotta. Probabilmente questa volta la causa della caduta è stato un malore.
L’uomo è stato raggiunto dai soccorritori, ovvero i tecnici della stazione Forni Avoltri del Soccorso Alpino, la Guardia di Finanza, i Vigili del Fuoco, i sanitari dell’ambulanza e poco dopo, considerate le gravi condizioni, l’elisoccorso.

Dopo una prima stabilizzazione il malcapitato è stato trasportato lungo il sentiero fino alla strada e poi consegnato all’elisoccorso diretto d’urgenza all’ospedale di Udine.

Cortina d’Ampezzo – Questa mattina attorno alle 9 una squadra del Soccorso alpino della Guardia di finanza di Cortina è intervenuta lungo il sentiero numero 403 che sale al Rifugio Giussani, in Tofana, per un’escursionista che si era fatta male a una gamba.
Raggiunta in fuoristrada dai soccorritori, M.E., 43 anni, di Milano, è stata poi accompagnata al Codivilla.

Ieri in chiusura di serata si erano registrati altri due interventi.
Passate le 19 era scattato l’allarme per una donna bloccata dalla stanchezza nel tetto tra Val Strutt e Pian delle Comelle, a Canale d’Agordo.
L’elicottero del Suem di Pieve di Cadore era decollato e, una volta individuato il punto in cui si trovava I.T., 32 anni, che aveva nel frattempo raggiunto Pian delle Comelle, è atterrato nelle vicinanze.

La ragazza è stata valutata dall’equipe medica e imbarcata assieme al compagno, T.M., 27 anni, entrambi di Firenze.
La coppia è stata quindi trasportata a San Martino di Castrozza, dove aveva la macchina. Più tardi una squadra del Soccorso alpino della Val di Zoldo è stata inviata al Rifugio Città di Fiume ed ha recuperato una turista israeliana di 38 anni che era caduta sbattendo il volto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button