Veneto

Soccorso Alpino/2 interventi nella notte, sulla Cima Grande di Lavaredo e sul Sorapis

Sono due gli interventi che hanno tenuto a lungo impegnate nella notte le squadre del Soccorso alpino di Auronzo e della Guardia di finanza, sulle Tre Cime di Lavaredo, e del Soccorso alpino di San Vito di Cadore sul Sorapis.

Ieri passate le 19 la Centrale del 118 ha ricevuto la chiamata di due alpinisti della Repubblica Ceca di 27 e 29 anni che, completata la scalata dello Spigolo Dibona, erano usciti fuori traccia e non riuscivano più a orientarsi sulla via normale per il rientro dalla Cima Grande di Lavaredo, pur avendo provato a dare loro indicazioni telefoniche.
L’elicottero del Suem di Pieve di Cadore è quindi volato sulle Tre Cime per cercare di recuperarli, ma fin dall’inizio è stato chiaro che sarebbe stato molto difficile si aprisse un varco tra le nuvole in quota e la nebbia in basso.
L’eliambulanza ha infatti effettuato alcuni tentativi senza purtroppo riuscire ed è dovuta rientrare alla base.
Sono quindi partiti 4 soccorritori della Stazione di Auronzo e 4 della Guardia di finanza che, risaliti lungo la normale fin sopra la Piramide, li hanno visti, raggiunti e riaccompagnati al Rifugio Lavaredo dove hanno passato la notte.
L’intervento si è concluso alle 2.

Attorno alle 20 è stato invece attivato il Soccorso alpino di San Vito di Cadore per due escursionisti 36enni di Chioggia, che erano usciti fuori traccia sul Sentiero Minazio.
I due erano partiti dal Passo Tre Croci per il giro del Sorapis.
Saliti al Vandelli, avevano completato la Ferrata Vandelli, superato il Bivacco Comici e stavano percorrendo il saliscendi di non facile orientamento del Minazio, diretti al Bivacco Slataper per dormire e poi ripartire questa mattina e completare il giro con la Ferrata Berti. A Circa 2.300 metri di quota sono però usciti dell’itinerario e hanno chiesto aiuto, non riuscendo più a muoversi.
Una squadra è salita da Forcella Grande e, facendo affidamento sulle coordinate abbastanza precise della loro posizione, li hanno individuati verso le 22.40. Stavano bene, erano solo stanchi e hanno camminato in autonomia al seguito dei soccorritori che li hanno riportati sul sentiero.
Scesi ai mezzi, i due uomini sono poi stati accompagnati alla loro macchina al Tre Croci.
L’intervento si è concluso alle 2.40.

Articoli correlati

Back to top button