Venezia

Sette denunciati è il bilancio del fine settimana dei carabinieri di Mestre

Potentemente ubriaco, M.L., 42enne albanese con numerosissimi precedenti, si è guadagnato l’ennesima denuncia per danneggiamento aggravato, violenza, resistenza e minaccia a Pubblico Ufficiale.

I militari erano accorsi alla chiamata del gestore del bar di via San Donà che non riusciva a gestire la veemenza del soggetto.

Il 42enne non si è ravveduto nemmeno alla vista della divisa, innondando i Carabinieri di minacce e offese, sfogandosi poi anche contro l’auto di servizio.

tra Noale e Scorzè, a finire nei guai sono stati tre albanesi residenti a Noale.

I Carabinieri li hanno denunciati in stato di libertà per furto aggravato.
Erano stati sorpresi all’interno del supermercato Emisfero di via Gagliardi, ad appropriarsi di generi alimentari per un centinaio di euro, senza passare dalle casse del supermercato.

Sempre nei pressi di un supermercato, questa volta il Lidl di Marghera, i Carabinieri della locale Stazione sono riusciti ad individuare e denunciare in stato di libertà per danneggiamento, uno straniero che aveva infranto il finestrino di un’auto in sosta.

Una denuncia è scattata per Evasione, per uno straniero recluso agli arresti domiciliari, sorpreso invece fuori casa nel corso dei controlli, mentre un tunisino ha subito la stessa sorte per inosservanza del divieto di ritorno nel Comune di Spinea: in barba al provvedimento girava tranquillo per il paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button