Pordenone

Serie B: le ambizioni del Pordenone

Un terzo del campionato di Serie B edizione 2020-2021 è ormai alle spalle e i tempi sono maturi per tirare i bilanci provvisori relativi a questo inizio di stagione del Pordenone. I ramarri, al secondo campionato in cadetteria nella propria storia, non stanno riuscendo a replicare quanto di buono fatto l’anno passato, ma nelle ultime giornate la squadra di Tesser ha cambiato volto e ora punta senza mezzi termini alla conquista di un posto in zona playoff.

Il Pordenone può sognare la Serie A?

Per il Pordenone la passata stagione è andata oltre ogni più rosea aspettativa. Come raccontato da un articolo de Il Messaggero, i ramarri, dopo aver conquistato la prima storica promozione in Serie B nella loro storia, approcciavano la serie cadetta con l’obiettivo minimo di conquistare una salvezza tranquilla.

Sin da subito, tuttavia, i neroverdi avevano lasciato intendere di avere tutti i mezzi a disposizione per rendersi protagonisti di un campionato di alta classifica e così, alla fine, Pobega e compagni avevano chiuso la stagione al quarto posto che aveva garantito loro una storica qualificazione ai playoff. Come raccontato da La Gazzetta dello Sport, in quell’occasione il sogno promozione si era interrotto nelle semifinali della Post Season quando all’esito di una doppia sfida comunque ben giocata alla fine a passare il turno era stato il Frosinone, che poi avrebbe perso la finale contro lo Spezia di Vincenzo Italiano.

foto da www.pordenonecalcio.com

Dopo aver sistemato la rosa con innesti di qualità, alla vigilia di questa stagione il Pordenone era pertanto atteso a un campionato di vertice ma soprattutto nelle prime giornate le cose non sono andate secondo le previsioni. Nelle ultime settimane, tuttavia, la musica è cambiata e ora i neroverdi sono riusciti a portarsi nuovamente a ridosso della zona playoff. Per la promozione diretta, secondo le scommesse sul calcio di Planetwin365, Lecce, Spal e Monza restano le favorite indiscusse ma la sensazione è che siano diverse le squadre in grado di inserirsi nella lotta per la Serie A.

Spal, Lecce e Monza restano le favorite per la promozione in Serie A

Dopo 13 giornate, un po’ a sorpresa, in testa alla classifica c’è l’Empoli. I toscani, reduci da un campionato opaco, stanno finalmente riuscendo a esprimere tutto il proprio potenziale e conducono la classifica con un risicato vantaggio su Salernitana e Frosinone. Un po’ più staccate, invece, ci sono Spal, Lecce e Monza che, individuate alla vigilia come le squadre da battere, non sono ancora riuscite a esprimersi ad alti livelli con continuità. Mentre i salentini continuano a viaggiare a corrente alternata, alternando prestazioni sontuose ad altre da dimenticare come accaduto nell’ultima partita interna persa con il risultato di 0-3 contro il Pisa, la Spal e il Monza di Brocchi attendono che i propri giocatori maggiormente rappresentativi inizino a fare la differenza. Dopo l’arrivo di Boateng in estate, come raccontato anche da Il Post, i brianzoli sono riusciti a portarsi a casa anche un giocatore di categoria superiore come Mario Balotelli che, se dovesse riuscire a esprimersi già al 60%, potrebbe permettere al Monza di vincere il campionato a mani basse.

La stagione sta per entrare nel vivo e il Pordenone sta tornando a esprimersi ai livelli cui ci aveva abituato l’anno passato. I ramarri sono attesi alla definitiva prova di maturità e non vediamo l’ora di scoprire cosa riusciranno a fare i friulani allenati da Attilio Tesser.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button