Treviso

Sciopero dei lavoratori di Enel E-distribuzione: presidio davanti alla sede di Oderzo

Giornata di sciopero nazionale, quella odierna, per i lavoratori di Enel E-Distribuzione, la società del Gruppo Enel che si occupa della gestione delle reti di distribuzione.
Come programmato, i sindacati hanno organizzato uno dei due presidi regionali a Oderzo dove stamani, davanti alla sede di Via Grazie 26, si sono posizionati lavoratori distanziati e “mascherinati” per una pacifica protesta in linea con le norme anti covid in vigore.

L’astensione dal lavoro iniziata alle 8.30 si protrarrà fino alle 11.30.
Lo stato di agitazione è stato proclamato a livello nazionale da Flaei Cisl, Uiltec Uil e Filctem Cgil, e ha già portato, a partire dallo scorso 23 ottobre, al blocco degli straordinari, dei lavori programmati e delle ore viaggio dei lavoratori E-Distribuzione.

Tre i motivi dello sciopero: secondo i sindacati, Enel E-Distribuzione rifiuta nuove necessarie assunzioni operative e tecniche; vuole appaltare a ditte esterne le manovre sulla rete di media tensione e allargare a dismisura il territorio su cui si effettua la reperibilità.
“Scelte che non hanno nulla di industriale – sostengono Flaei Cisl, Uiltec Uil e Filctem Cgil – scelte che smontano un po’ alla volta il patrimonio tecnico- professionale dell’azienda proprio in un ambito, quello della distribuzione, che sarà sempre più importante nel futuro dove prevarranno le produzioni di energia diffuse”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button