Pordenone

Sanità/Sacile Cenerentola in regione: Conficoni Vs Bini

“Nel tentativo di difendere il suo territorio di provenienza (l’ex provincia di Udine), l’assessore Bini conferma come, per la Giunta Fedriga, il Friuli Occidentale sia una cenerentola.
Le forti disattenzioni sul Pordenonese, soprattutto in sanità, sono avallate da un’assurda dichiarazione dell’esponente dell’Esecutivo regionale riguardo al fatto che una somma di 25 milioni sia stata investita nella sanità udinese e non a Sacile. Questo proprio mentre il sistema salute liventino attraversa forti difficoltà”.

Lo afferma in una nota il consigliere regionale Nicola Conficoni (Pd), commentando le affermazioni lette su un quotidiano locale riferite all’assessore regionale alle Attività produttive, Sergio Emidio Bini.

“Difronte alle affermazioni di un membro della Giunta regionale (al quale è richiesto un comportamento non di parte) che di fatto dipingono il Friuli Occidentale e in particolare Sacile come una cenerentola, realizza Conficoni, ci saremmo aspettati che gli esponenti locali del Centrodestra prendessero le distanze.
L’auspicio è che si uniscano a noi nel chiedere di mettere fine a un atteggiamento iniquo e discriminante, che da anni sta penalizzando i cittadini della Destra Tagliamento”.

“E soprattutto, quanto a Sacile, è ora che alle tante promesse di rafforzamento della cittadella della salute, colpita recentemente dalla chiusura della Rsa, seguano concreti interventi di rilancio e qualificazione dell’offerta – chiede il dem – anche attraverso l’istituzione di un polo per la riabilitazione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button