Home -> Pordenone -> Sanità pordenonese/In partenza la Rup del nuovo Ospedale?
Il progetto del nuovo ospedale e, nel riquadro, Loretta De Col

Sanità pordenonese/In partenza la Rup del nuovo Ospedale?

Trieste – “Proseguono i lavori di costruzione del nuovo ospedale di Pordenone, ma voci ricorrenti darebbero per prossimo il trasferimento dell’ingegnere Loretta De Col, attuale Responsabile unico del procedimento (Rup) dell’importante opera pubblica, verso l’Azienda ospedaliero-universitaria di Bologna – Policlinico Sant’Orsola”.

Lo segnala in una nota il consigliere regionale Emanuele Zanon (Regione Futura), aggiungendo che “De Col ha una lunga esperienza nel settore, avendo lavorato anche all’Agenzia regionale della Sanità e alla Direzione centrale della Salute, mentre in seguito è stata chiamata a seguire proprio il progetto pordenonese”.

“De Col – sottolinea Zanon – ha seguito la suddetta opera sin dall’inizio e diretto il gruppo di valutazione dell’appalto, assegnato nei tempi dovuti e senza ricorsi.
In questi anni, inoltre, ha condotto i lavori con professionalità, dedizione e puntualità, garantendo l’equilibrio dei rapporti contrattuali tra committenza, direzione dei lavori, responsabile della sicurezza e appaltatore”.

“Le voci che darebbero per imminente il suo trasferimento, ovvero già a partire dall’1 febbraio prossimo, affermano – ricorda ancora il consigliere di Regione Futura – che il Rup avrebbe dato la disponibilità a proseguire per un periodo il rapporto di collaborazione con l’Azienda sanitaria Friuli Occidentale (Asfo) per garantire il completamento del suo incarico”.

“Vista la necessità di proseguire e concludere nei tempi previsti la costruzione del nuovo ospedale di Pordenone, in considerazione che soprattutto in questo particolare momento tale opera assume un’importanza strategica per il sistema sanitario della Destra Tagliamento e dell’intero Friuli Venezia Giulia, ho presentato un’interrogazione alla Giunta regionale – dettaglia Zanon – per sapere se ‘Le succitate voci corrispondono al vero e se, qualora esse fossero confermate, se all’interno della pianta organica dell’Asfo vi siano figure professionali in grado di sostituire l’ingegnere De Col in tempi rapidi. Inoltre, qualora non vi fossero tali risorse umane all’interno dell’Azienda, se siano state avviate le procedure necessarie per l’individuazione del nuovo Rup e quali tempi siano previsti'”.
“Esprimo la mia preoccupazione – conclude la nota – per questa ulteriore eventuale perdita di professionalità, che si aggiungerebbe alle già numerose defezioni da parte di medici, primari e operatori sanitari dell’Asfo pordenonese”.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*