Pordenone

San Vito/Gli spacciatori del Wine Bar: un giro da oltre 150 mila euro

Rifornivano la piazza di San Vito al tagliamento quotidianamente e per i loro trafici erano soliti usare il Wine Bar al Giardino, locale che da sabato 11/1 rimane chiuso per 60 giorni.

L’operazione dei Carabinieri di Pordenone inguaia D’A. M. 54enne della provincia di Treviso e P. F. 57enne di San Vito al Tagliamento, entrambi già coinvolti in passato in vicende di spaccio.

L’indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Pordenone, ha permesso di raccogliere prove inconfutabili a carico dei due indagati che sono stati rinviati a giudizio ed ora dovranno rispondere, in concorso tra loro, di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

Carabinieri a San Vito

Per d’A. M. (considerato il più importante tra i due) è scattato l’arresto in flagranza, con più di 500 cessioni di droga documentate, per un totale di un chilo e mezzo di coca e un valore di oltre 150.000 euro.

L’indagine ha appurato come la coppia usasse prevalentemente la zona del Bar già citato: all’interno, tra una consumazione e l’altra o anche nei bagni e all’esterno, quando la situazione lo consentiva.

Cocaina, la droga in cui i due si erano specializzati, con un traffico che si faceva più consistente nel tardo pomeriggio, il momento di massima affluenza di avventori.
Molti dei clienti, almeno una ventina, sono stati identificati con l’aiuto della Polizia Locale sanvitese.

Quando non era al bar, gli scambi avvenivano nell’abitazione di P. F., che la utilizzava anche per festini a base di droga riservati ad una cerchia più ristretta di persone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button