Venezia

San Donà/Spostamenti necessari: andava a pescare, denunciato

San Donà – Mentre si discute sull’opportunità di andare o meno a correre, seppur da soli, c’è chi, in barba alle norme dette e ripetute ormai fino allo sfinimento.. se ne va tranquillo a pescare.

E’ successo ieri pomeriggio quando, intorno alle 16:00, esterefatti agenti della Polizia Locale hanno fermato per un controllo un uomo che procedeva in bicicletta.

Il ciclista trasportava una canna da pesca, esche vive, pastura e tutto l’occorrente per recarsi a pescare.

Non avendo potuto giustificare i suoi spostamenti, è stato denunciato ai sensi dell’articolo 650 del Codice Penale.

“Abbiamo scelto la strada dell’inflessibilità nei controlli, perché deve passare il messaggio che anche queste che possono sembrare attività innocenti possono comunque aumentare il rischio di contatti e di contagi.

Tutti devono fare la loro parte per accelerare il percorso di uscita da queste misure e tutelare la salute di tutti. I controlli continueranno fino a cessate esigenze e, ripeto, saranno inflessibili contro chi non rispetta il DPCM”, ha spiegato l’Assessore alla Sicurezza Walter Codognotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button