Venezia

San Donà sostenibile/Il Comune vuole 15 colonnine per la ricarica elettrica

A San Donà, il Comune vuole cerca di agevolare la mobilità elettrica e lo fa attraverso un bando che offre agevolazioni a quei soggetti economici che vogliano investire a San Donà in colonnine elettriche.
Un passo necessario, dato che con il Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima il Comune stesso si è impegnato a diminuire le emissioni di Co2 di oltre il 40% entro il 2030.

“Un obiettivo ambizioso e fondamentale per rispondere efficacemente all’emergenza ambientale e climatica che è, e nei prossimi anni continuerà ad essere, una delle urgenze planetarie. La promozione della mobilità sostenibile rientra tra le azioni che renderanno possibile il raggiungimento dei risultati – spiega l’Assessore a Energia e Ambiente Lorena Marin, che aggiunge – l’obiettivo è di sostenere la crescita e lo sviluppo, ma in chiave nuova, sostenibile, rispettosa e inclusiva”.

L’avviso di questi giorni mira a fornire alla città, entro il 2020, 15 stazioni di ricarica su altrettante aree adibite a parcheggio, vicine a strutture pubbliche o di pubblico servizio, con una concessione per 8 anni che prevede l’esenzione totale del pagamento del canone per l’occupazione di spazi e aree pubbliche (esenzione valida solo per le 15 stazioni e solo per la durata della concessione).

Non si tratta dell’unica mossa dell’Amministrazione che, in collaborazione con Abaco Spa che le realizzerà a breve, ha deciso per 3 nuove stazioni per autovetture (in piazzale Donatori del Sangue, piazza IV Novembre e via del Campanile) e una rastrelliera con prese per bici elettriche in area Duomo.
Dopo la realizzazione del nuovo pontile golenale, nelle vicinanze è prevista anche l’installazione di 1 postazione di ricarica idroelettrica.

“Questo provvedimento rappresenta un passo avanti verso la crescita che ci auguriamo: sostenibile per l’ambiente, innovativa e foriera di nuove opportunità.
La sfida per il futuro sta proprio in questo: nel mettere in atto azioni che aiutino a modificare i propri comportamenti e stili di vita a vantaggio di tutti, tutelando l’ambiente e aumentando la vivibilità delle città ” conclude il Sindaco Andrea Cereser.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button