Venezia

San Donà/Rincarano gli abbonamenti dei parcheggi

Dopo tanti anni sono state adeguate (recuperando solo il tasso di inflazione) le tariffe relative agli abbonamenti negli stalli per la sosta a pagamento.
Le tariffe attuali infatti erano in vigore dal 12 gennaio 2006, e sono state rimodulate, dopo 13 anni, con un aumento in percentuale di circa il 15%.

L’aumento riguarda sia le tariffe ordinarie sia quelle agevolate (gli abbonamenti agevolati vengono rilasciati ai residenti ed ai lavoratori che abitano o hanno sede lavorativa nella zona a pagamento e che non dispongono a nessun titolo di garage o posto auto; inoltre, per ciascun nucleo familiare residente è possibile il rilascio di 1 abbonamento).
Le nuove tariffe porteranno a questi importi:

Durata
Precedente (Fino al 31/12/2019)Attuale (Dal 01/01/2020)Precedente Fino al 31/12/2019Attuale Dal 01/01/2020
Mensile (½ giornata)25,0030,0020,0023,00
Mensile40,0046,0032,0037,00
Trimestrale100,00115,0080,0092,00
Annuale320,00370,00250,00290,00
Le prime due colonne si riferiscono all’abbonamento Ordinario, le ultime due a quello per lavoratori e residenti

Nonostante gli aumenti effettuati, confrontando San Donà con i Comuni di dimensioni analoghe vicini sul territorio, le tariffe rimangono complessivamente le più basse.

Ma vi sono ulteriori novità: tre nuove colonnine di ricariche elettriche per autovetture, che saranno posizionate da Abaco in piazza Donatori del Sangue, Piazza IV novembre e Via del Campanile.

Per ricaricare i veicoli sono previste tariffe che vanno dai 5,40 euro l’ora (11kwh) ai 9 euro l’ora (22 kwh), oltre al costo di avvio ricarica di 40 centesimi.
Oltre a questo, verrà posizionata da parte di Abaco sul piazzale del Duomo (lato verso corso Silvio Trentin) una rastrelliera portabici che prevederà la possibilità di ricarica per le bici elettriche, a carico dell’Amministrazione.

“Questi tre stalli e il portabici vanno nella direzione di agevolare i mezzi di trasporto meno inquinanti e più sostenibili – spiega l’Assessore a Energia e Ambiente Lorena Marin – grazie alla collaborazione con Abaco possiamo promuovere anche questa forma di mobilità, che va comunque affiancata da stili di vita virtuosi, andando a piedi e in bicicletta quando possibile.

L’attività di promozione della mobilità elettrica sta proseguendo, anche attraverso il coinvolgimento di altre Società che intendono investire in questo settore, che potrebbero realizzare investimenti anche nelle aree di parcheggio pubblico”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button