Venezia

San Donà/Lunedì il taglio di 12 pioppi nel park di Via Verdi: saranno sostituiti

San Donà di Piave – Lunedì 10 gennaio verranno rimossi 12 pioppi presenti nel parcheggio di via Verdi. 

La decisione è stata presa dalla giunta dopo l’esito delle approfondite indagini alle piante, eseguite da una ditta specializzata che ne ha ravvisato criticità importanti.

Lo studio era stato voluto proprio dalla giunta, al fine di verificare anche le condizioni di risposta dei pioppi a forti sollecitazioni, andando quindi oltre alle normali verifiche di stabilità di tipo visivo e strumentale che riguardano l’analisi della pianta dalla sua base alla chioma.

Nello specifico, si sono aggiunte indagini strumentali particolari come le prove di trazione che simulano un vento a circa 150Km/orari, consentendo in questo caso anche una verifica più approfondita del buono stato di salute dell’apparato radicale.

«Dopo la caduta di alcuni pioppi lo scorso 2 novembre, avvenuta nonostante i regolari interventi manutentivi, e andando sempre più incontro a fenomeni meteorologici estremi e improvvisi, si è deciso di provvedere ad un’analisi approfondita di tutto il filare di via Verdi e della vicina Ca’ Boldù – ha spiegato l’assessore ai lavori pubblici e ambiente Lorena Marin – Attualmente nell’area di via Verdi sono ancora presenti 12 pioppi, di cui 7 presentano un elevato rischio, tale da indicarne l’abbattimento. 

I restanti 5 sono stati classificati comunque in categoria C/D. 

La categoria e la lettera dalla A alla D classifica lo stato di salute e stabilità della pianta il cui deterioramento, anche solo per il temine della sua vita naturale, ne prescrive l’abbattimento. 

Oggi noi siamo sostanzialmente in questa fase».

Da qui la decisione di sostituire l’intero filare. 

I lavori di taglio inizieranno lunedì 10 gennaio e già in primavera le piante tagliate verranno sostituite con specie più adatte e collocate più internamente nelle aree verdi adiacenti.

«Dispiace sempre tagliare degli alberi, anche se ammalorati e a forte rischio – continua l’assessore – ma abbiamo altresì la responsabilità di non esporre i nostri cittadini ad un pericolo quando questo è noto. 

La scelta è stata presa dopo numerosi ragionamenti e valutazioni tecniche, analizzando a fondo ogni singola pianta e valutando ogni possibile seria alternativa. 

Purtroppo la situazione è tale da dover, con dispiacere, provvedere al loro taglio».

Altra criticità riscontrata dagli studi, riguarda il pioppo presente sul marciapiede vicino alle abitazioni all’incrocio via Ca’ Boldù/via Manzoni/via Girardi.

Anche per tale pianta è stata assegnata la categoria C, ma in avvicinamento alla D, con necessità di monitoraggi frequenti e interventi costosi per migliorarne la stabilità. 

Si è deciso pertanto il taglio anche per quest’ultima, per prevenire situazioni di pericolo a carico anche delle abitazioni presenti nelle strette vicinanze.

Sempre in via Ca’ Boldù è stata riscontrata la presenza di un’ulteriore pianta da sostituire perché rientrante in categoria D, dunque con prescrizione di abbattimento a seguito delle analisi tecniche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button