Venezia

San Donà/Lo spaccio in monopattino

Ieri pomeriggio, giovedì 9 marzo, i Carabinieri di San Donà di Piave hanno denunciato in stato di libertà S.A., 26enne nigeriano richiedente asilo, disoccupato e gravato da pregiudizi penali e di polizia, residente a Portogruaro, accusandolo di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
Il ragazzo girovagava in monopattino in via Baron, vicino alla stazione ferroviaria di San Donà, e, accortosi della presenza dei Carabinieri, ha cercato di allontanarsi, subito bloccato.
La perquisizione personale non ha portato a nulla, così come gli esami radiologici, ma i militari erano sicuri di quel che facevano e così si sono spostati al suo domicilio, che il giovane è risultato aver cambiato da pochi giorni.

Qui, accuratamente nascoste in due ovetti di plastica, sono emerse 7 dosi di cocaina (circa 3,5 grammi) e 5 dosi di eroina “brown sugar” (poco più di 2 grammi), tutte confezionate con cellophane termosaldato.
Sequestrati anche due cellulari con 3 SIM Card abbinate ed intestate a persone di comodo.
Il 26enne è stato denunciato in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria di Venezia, mentre la sostanza stupefacente verrà sottoposta ad analisi.
Il ragazzo non si sarebbe nemmeno potuto spostare da Portogruaro a San Donà per le norme anti covid e dunque si è guadagnato anche una sanzione amministrativa di 400 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button