Venezia

San Donà/Il sindaco Cereser risponde alle critiche di Forcolin

Periodicamente nasce, a San Donà, una qualche polemica che vede il leghista Forcolin criticare l’operato della Giunta comunale cittadina guidata da Andrea Cereser.
Alle ultime, di carattere estetico, il primo cittadino sandonatese risponde stamani con la nota che riportiamo qui sotto.
“Forcolin evidentemente ha bisogno di spostare l’attenzione dal fallimentare esito dell’avventura Agrivillage, da lui fortemente voluta in riva al Piave.
Farebbe meglio, piuttosto, a chiedere scusa a tutte le persone o le imprese che ha illuso e che ci hanno rimesso parecchi soldi.


Se poi parliamo di brutture urbane, probabilmente si riferisce a quei palazzoni di 6-7 piani che sono sorti in aree dove prima esistevano solo abitazioni al massimo di 2 piani.
Palazzoni che sono stati autorizzati in base a leggi regionali che hanno tolto la potestà ai Comuni di pianificare in maniera armonica il proprio territorio.
In riferimento alle alberature e al verde ricordo solo due cose:Il bilancio di questa amministrazione tra alberi abbattuti e piantumati è ampiamente positivo e verrà ulteriormente rafforzato, con la piantumazione (attualmente in corso) di nuovi 4.800 esemplari.

Laddove si è intervenuti rimuovendo esemplari anche “storici” lo si è fatto esclusivamente per risolvere problemi infrastrutturali o di pericolosità, sulla base di una analisi sulla pericolosità commissionata a un esperto esterno all’Amministrazione e, in ogni caso, si è sempre provveduto alla sostituzione con nuove alberature, nello stesso posto se possibile oppure nelle immediate vicinanze.
In merito ai tempi dei cantieri suggerisco al dottor Corradini di usare più gli occhi e meno la bocca.
Nel cartello di cantiere, infatti, si indica chiaramente sia la data di consegna lavori (1 dicembre 2020) sia il tempo utile (240 giorni)”, così il Sindaco Andrea Cereser.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button