Venezia

San Donà/Albanese nascondeva in casa 30 chili di “maria”, droga per oltre 150 mila euro

Nascondeva in casa la bellezza di 30 chili di “maria”, l’albanese 31enne che ieri, dopo una serie di accertamenti, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di San Donà di Piave hanno arrestato.
Lo straniero, residente in città, noto alle forze dell’ordine e senza un lavoro, è stato fermato poco dopo le 7 di mattina, mentre percorreva in auto via Barcis.

Nonostante nel veicolo non ci fosse nulla di strano, l’uomo si era mostrato molto agitato e i militari hanno quindi deciso di perquisire anche casa sua.
Qui, in una stanza chiusa a chiave, posta al piano mansardato, sono spuntati quattro borsoni che contenevano 48 buste termosaldate, alcune del peso di un etto, altre di 500 grammi ed altre ancora da un chilo.
In totale oltre 31 kg di marijuana.

Tutto lo stupefacente è stato sequestrato così come una bilancia elettronica di precisione ed un cellulare.
Per l’uomo, accusato di traffico e detenzione illeciti di sostanza stupefacente aggravato dall’ingente quantità, si sono aperte le porte del carcere di Santa Maria Maggiore di Venezia così come disposto dal Pubblico Ministero della Procura della Repubblica lagunare.

L’indagine è solo all’inizio: i militari cercheranno ora di capire qual sia il canale utilizzato dall’albanese per l’approvvigionamento.
Lo stupefacente, immesso sul mercato al dettaglio, avrebbe fruttato circa 150mila euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button