Venezia

San Donà/Al via i ristori per le realtà commerciali e imprenditoriali di Corso Silvio Trentin

San Donà di Piave – Il grande lavoro di riqualificazione di corso Silvio Trentin, che ha comportato la necessaria chiusura del tratto interessato dai lavori, è finalmente terminato: un investimento di ben 1.200.000 euro, che ha portato il tratto di “nuova” pedonalizzazione ad essere esteticamente più in linea con la pedonalizzazione “storica”.

A seguito della riqualificazione sono stati rifatti tutti i sottoservizi, e inoltre la nuova area pedonale ha una pavimentazione in porfido con varie lavorazioni, con due fasce laterali in materiale chiaro che ospitano le caditoie e mantengono il disegno, voluto dalla Soprintendenza; sono anche predisposte alcune colonnine elettriche a scomparsa, che possono essere attivate in caso di eventi o altre necessità per connettersi alla rete elettrica.
I lavori si sono conclusi il 30 settembre, e con l’inaugurazione ufficiale il 10 ottobre l’area è stata restituita ai cittadini.

L’Amministrazione ha anche pensato alle imprese che hanno subito gli inevitabili disagi conseguenti l’apertura del cantiere e a seguito dell’emergenza sanitaria da Covid 19; per questo è stato indetto un bando per l’erogazione di contributi a fondo perduto proprio per queste realtà.
A questo scopo, sono stati stanziati complessivamente 30.000 euro dal bilancio dell’Amministrazione.

Per l’erogazione dei contributi sono state pensate a due fasce: la fascia A relativa a via del Campanile e Corso Silvio Trentin, nel tratto compreso tra piazzetta Trevisan e piazza Indipendenza, in cui le chiusure si sono svolte nel periodo più caratterizzato da restrizioni anti-Covid, e la fascia B relativa a via Risorgimento, via Cesare Battisti (tratto compreso tra via Risorgimento e piazza Indipendenza) e Corso Silvio Trentin (tratto compreso tra via Aquileia e piazza Indipendenza), in cui la chiusura si è svolta da luglio alla prima metà di ottobre, ovvero un periodo in cui le restrizioni anti-Covid erano meno stringenti.

I ristori potranno arrivare – a seconda dei requisiti e della fascia di appartenenza – fino a un massimo di circa 400 euro per i pubblici esercizi, 800 euro per gli esercizi di vicinato e le attività artigianali alimentari e 1.600 euro circa per le medie strutture di vendita.

“Un impegno ulteriore per il rilancio delle attività produttive; questa iniziativa si affianca a tante altre proposte, più specificamente rivolte alle imprese e alle realtà produttive messe in crisi dall’emergenza sanitaria, ma anche alle iniziative per rivitalizzare le aree urbane meno frequentate, tra cui quelle nate sia nell’alveo del progetto “Fare Centro Fare Città” dei Distretti del Commercio, sia per il tramite di iniziative di rigenerazione urbana.

Sappiamo che un’offerta commerciale vitale è importante per la qualità della vita urbana; su questo continuiamo a impegnarci con gli strumenti a nostra disposizione” spiega Daniele Terzariol, Assessore al Bilancio e alla Rigenerazione Urbana.
“La totale riqualificazione di corso Silvio Trentin fa parte del programma di mandato, sul quale ci siamo impegnati con i cittadini.
Certo è stato un cantiere impegnativo, ma l’area è da subito tornata ad essere estremamente vivace, apprezzata da cittadini di tutte le età e visitatori e attrattiva anche per nuove realtà commerciali.
Con questo contributo scegliamo di supportare in un altro modo le imprese che hanno vissuto i disagi che sempre accompagnano un’opera di queste dimensioni” così il Sindaco Andrea Cereser.

Per conoscere i requisiti e le modalità di presentazione domanda è possibile consultare il sito web dell’Amministrazione: https://bit.ly/3nXNymB

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker