Home -> Pordenone -> Sacile/Sgominata banda di giovani pusher da 20 mila euro al mese

Sacile/Sgominata banda di giovani pusher da 20 mila euro al mese

Nel maggio dello scorso anno, i controlli antidroga di alcuni studenti di un Istituto professionale sacilese avevano convinto i Carabinieri locali ad avviare un’indagine conclusasi solo in questi giorni.
Un’inchiesta che ha portato alla luce un gruppo di otto ragazzi tra i 18 e i 25 anni che avevano allestito uno smercio di marijuana tra i più giovani.

Il gruppo contava clienti sia nel pordenonese che nel trevigiano.
Nelle indagini sono stati coinvolti anche i carabinieri di Pordenone, Vittorio Veneto, Conegliano e Montebelluna.

L’indagine ha portato anche ad una stima approssimativa ma realistica del giro d’affari della banda: guadagni nell’ordine dei 20 mila euro al mese, con almeno 35 chili di droga piazzata in meno di un anno.

Gli indagati sono, oltre al 25enne di Colle Umberto al momento in carcere, sono giovani di Caneva, San Vendemiano, Revine e Montebelluna: hanno tra i 18 e i 22 anni, alcuni assolutamente senz aproblemi economici.
Ancora più giovani alcuni dei loro clienti.
L’indagine era ad esempio partita dalla droga trovata in possesso di due 15enni.

Organizzati ed avidi, gli 8 che durante il periodo del Lockdown avevano comunque continuato a spacciare, ma rincarando i prezzi per il maggior rischio.
La “maria” era così arrivata a toccare i 15 euro al grammo.

Scattate le perquisizioni, la sorpresa più consistente è arrivata dall’abitazione di un 25enne operaio residente a Colle Umberto, il capo dello spaccio in questione.
Tra cucina, camera e garage custodiva più di 5 chili di marijuana e due grammi di cocaina.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*