Pordenone

Sacile/Al via i lavori per la ciclabile di Cavolano

Stamani, l’assessore regionale a Infrastrutture e Territorio, Graziano Pizzimenti, ha presenziato alla consegna dei lavori per realizzare la pista ciclopedonale lungo la strada tra Cavolano di Sacile e Francenigo di Gaiarine.

“E’ un intervento lungamente atteso – ha sottolineato Pizzimenti – che consente di garantire la sicurezza nella sp 15 ‘del Livenza’ e nella sp 44 ‘di Cervaro’, con una nuova viabilità ciclabile-pedonale di connessione fra i centri Cavolano e Francenigo e permette inoltre di realizzare nuove reti tecnologiche con il conseguente ripristino e adeguamento di quelle esistenti”.

L’importo totale dell’opera, cofinanziata dalla Provincia di Treviso per 70mila euro, è di 933mila e 900 euro e prevede oltre alla ciclabile anche la predisposizione dei plinti posti ogni 20 metri e dei cavidotti necessari a garantire in futuro un’adeguata illuminazione oltre alla realizzazione, in prossimità del ponte stradale esistente sulla Fossa Beuda, di una nuova passerella ciclabile di 18 metri in carpenteria metallica che darà continuità all’itinerario in costruzione.

“Avremmo voluto iniziare l’intervento molto prima ma la burocrazia è stata un freno”, ha sottolineato Pizzimenti esprimendo comunque soddisfazione per la partenza dei lavori che richiederanno 330 giorni e “che terremo monitorati”, ha aggiunto.
Il completamento dell’opera è previsto, infatti, entro il 15 dicembre di quest’anno.

Il progetto, come è stato ricordato, nasce nel 2011 dal protocollo d’Intesa tra le Provincie di Pordenone e Treviso, per riqualificare e riorganizzare funzionalmente il tratto stradale posto all’incrocio con Strada Roste nella frazione di Cavolano nel Comune di Sacile e Strada delle Paludi a Francenigo frazione del Comune di Gaiarine, transitando per lo svincolo autostradale di Sacile Ovest.

La ciclabile si snoderà lungo 1100 metri di cui 830 in Provincia di Pordenone e 270 in Provincia di Treviso ed interessa aree di proprietà provinciale e di proprietà privata che sono state acquisite attraverso procedura espropriativa.

Presenti alla posa della prima pietra i rappresentanti dell’impresa Spagnol che realizzerà l’opera, Roberto Ceraolo assessore alle Opere pubbliche e programmazione viabilità del Comune di Sacile, il direttore lavori Massimo Redigonda, Luca Vittori della divisione nuove opere di Friuli Venezia Giulia Strade spa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button