Treviso

Sabato pomeriggio ad alta tensione in centro a Treviso. Identificati 180 giovani scesi dal treno e 50 dal bus. Sabato prossimo si replica

Forze di polizia in campo ieri pomeriggio per prevenire risse tra giovani come era accaduto nel week-end precedente.
Sabato pomeriggio in centro a Treviso c’è stato un articolato servizio di ordine pubblico, disposto dalla Questura, con la partecipazione di agenti di Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza, ed il contributo di alcuni elementi della Polizia locale.

Il servizio d’ordine si è reso necessario dopo i fatti di sabato scorso con gruppi di ragazzi che si erano affrontati fisicamente.

La vicenda è finita all’ordine del giorno in Prefettura con l’adozione di un servizio anti-assembramento.

Massima attenzione in stazione ferroviaria da parte della Polizia ferroviaria,
Sono stati identificati ben 130 giovani, parte dei quali provenienti da Regioni limitrofe; circa 50 ragazzi sono stati invece identificati alla stazione degli autobus della MOM.

Hanno operato personale in abiti civili della Digos e della Squadra Mobile, che ha osservato discretamente i movimenti dei gruppi di adolescenti tra i vari punti della città, nel contempo monitorando le piattaforme social utilizzate dai ragazzi.
Si è rilevata una foltissima presenza di ragazzi nel centro, parte dei quali raccolta in gruppo, che si aggiravano tra gli obiettivi reputati sensibili, in particolare Piazza dei Signori e Piazza Duomo.

E’ stato segnalato qualche momento di tensione in quest’ultimo sito, prontamente controllato dalle pattuglie delle Forze dell’ordine; anche in Via Roma si è verificato un litigio tra due adolescenti.

I gruppi di ragazzi sono stati monitorati fin verso le 19:00, quando è stato il momento del rientro presso il terminal della MOM e la stazione ferroviaria.

Dalle informazioni acquisite il dispositivo di ordine pubblico ha avuto una forte efficacia dissuasiva e per questo motivo verrà replicato anche sabato prossimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button