Home -> Venezia -> Sabato mattina prevista marea sostenuta in laguna. Per la prima volta potrebbe entrare in funzione il Mose

Sabato mattina prevista marea sostenuta in laguna. Per la prima volta potrebbe entrare in funzione il Mose

L’arrivo della prossima perturbazione, la prima dalle caratteristiche prettamente autunnali, porterà con sè una forte ventilazione di Scirocco prevista già dalle prime ore di venerdì lungo il versante tirrenico e poi anche sul lato adriatico.

Per il settore settentrionale adriatico ed in particolar modo la laguna veneta, l’ampio flusso da Sud Est con raffiche di vento che potrebbero superare i 25-30 nodi al centro del bacino, con picchi locali fino a 40-45 nodi lungo la costa croata e la laguna di Venezia, potrebbero dar luogo al primo, rilevante episodio di marea (acqua alta) sulla città di Venezia.

Tale fenomeno oltre ai venti di Scirocco, potrebbe essere favorito da una caduta della pressione atmosferica e dal massimo di marea astronomica atteso nella tarda mattinata di sabato.

Per queste ragioni, la prima previsione comunicata ieri dall’ICPSM (Venice tide forecast center), indica un’alta probabilità di marea sostenuta, con valori che potrebbero toccare i +130cm.

Si tratta di una situazione potenzialmente pericolosa, lungo la linea di costa per la risalita delle onde spinte dal vento, potrebbe portare un rialzo del livello dell’acqua compreso tra 150 e 170 cm, una condizione estrema che non esclude danni estesi e di grandi dimensioni.

In questa occasione, secondo la tendenza rilevata dal Centro Previsioni Maree, potrebbe essere necessario attivare il sistema Mose per proteggere Venezia da una marea che potrebbe essere molto sostenuta.

Sarebbe la prima volta che il sistema di dighe entrerebbe in funzione in una condizione di necessità reale, con lo scopo di arginare una marea che si preannuncia di grossa portata.

Nelle prossime ore verrà presa la decisione.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*