Pordenone

Rubava nelle chiese/Individuato in Romania, 41enne finisce in carcere in Italia

Prendeva di mira indistintamente la gelateria come la chiesa, il negozio come la tabaccheria: Dan Axinte, 41 anni, rumeno, era sfuggito alla Giustizia italiana riparando in madre patria.
Qui da noi due diversi Tribunali, quello di Treviso e quello di Pordenone, lo avevano condannato ad un totale di 3 anni e due mesi di carcere, in quanto colpevole del furto avvenuto alla chiesa di Sant’Antonio da Padova di Vittorio Veneto il 3 agosto del 2016 e 3 tentati furti: alla chiesa di San Floriano a Valdobbiadene nell’agosto dello stesso anno, in una tabaccheria di Gruaro e in una gelateria di Teglio Veneto entrambi nell’ottobre del 2017.
Arrivavano da quest’ultima località anche una carabina ad aria compressa e un set di pneumatici di cui era stato trovato in possesso.
Colpito da mandato di cattura europeo, il soggetto è stato individuato in Romania dai Carabinieri di Pordenone e lì arrestato dalle autorità locali che due giorni fa lo hanno rispedito in Italia con un volo atterrato a Fiumicino.
Ora si trova in carcere per scontare la sua pena.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button