Treviso

Roncade: Strade più sicure grazie a maggiori controlli

Un netto calo degli incidenti, anche gravi, una stretta sui veicoli non a norma e sui comportamenti sbagliati alla guida, come l’uso del cellulare, l’eccessiva velocità e il mancato utilizzo delle cinture di sicurezza.
E’ quanto emerge dai dati del bilancio 2019 della polizia locale di Roncade che opera all’interno del distretto interprovinciale a cui afferiscono anche i comuni di Fossalta di Piave, Meolo, e Quarto d’Altino.
“Il bilancio dell’attività svolta dalla polizia locale ci mostra uno scenario migliorato sul fronte della sicurezza stradale nel Comune di Roncade, dichiara il sindaco della Città Pieranna Zottarelli.

I dati raccolti in occasione di San Sebastiano sono l’esito di maggiori controlli sul territorio, ma anche dell’utilizzo di nuovi strumenti di monitoraggio come la telecamera posta al semaforo di Roncade sulla strada che dal distretto di polizia conduce alla città.
I nuovi occhi elettronici hanno permesso di individuare le auto prive di assicurazione, o i comportamenti scorretti alla guida, come il mancato utilizzo delle cinture o l’uso del cellulare.

Sull’efficacia dei nuovi controlli, resi possibili anche dell’uso dei nuovi sistemi, interviene il comandante della polizia locale Fabrizio Milanello: “Non è un caso che dal 2018 al 2019 le sanzioni per la guida senza cintura siano triplicate passando da 23 a 65.
Stessa sorte per le multe staccate per la mancata assicurazione del veicolo: nel 2018 senza la strumentazione adeguata ne era stata elevata soltanto una, mentre nel 2019 il numero è salito a 12.
Ma la novità che più salta all’occhio è quella derivante dal numero delle mancate revisioni che da 48 nel 2018 sono salite a 97 nel 2019.
Un risultato che è stato reso possibile grazie al nuovo sistema di rilevazione delle targhe gestito attraverso le telecamere”.
Grazie anche all’arrivo di un nuovo agente, seppure stagionale, e a una maggiore presenza di uomini sulle strade, la polizia locale ha potuto effettuare controlli ancora più capillari che hanno portato a un aumento delle sanzioni, incluse quelle per il divieto di sosta che dal 2018 al 2019 sono praticamente raddoppiate passando da 155 a 247.
“In totale le sanzioni elevate per violazione del codice della strada sono passate da 1202 nel 2018 a 1381 nel 2019. Di conseguenza, spiega ancora il comandante, sono salite anche le somme incassate che da oltre 81mila euro del 2018 sono passate a 138mila nel 2019”.
I maggiori deterrenti portano anche ad un calo degli incidenti che sono passati da oltre 30 nel 2018 a 20 nel 2019 e quelli sui feriti che da 21 nel 2018 solo scesi a 13 nel 2019.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button