Friuli Venezia Giulia

Ritrovato ferito, l’escursionista disperso lungo il Cammino celeste

È stato ritrovato vivo poco prima delle 8, ma policontuso, l’uomo di Pescara disperso da ieri sera.
L’allarme era scattato intorno alle 23 di ieri sera da parte dei Carabinieri di Cividale (a loro volta chiamati dai loro colleghi di Pescara).
La segnalazione è arrivata dal figlio dell’uomo che ha riferito che il padre sta percorrendo il Cammino Celeste e che ieri sera doveva arrivare al Rifugio Monte Aperta (il rifugio è chiuso ma il bivacco è aperto) attraverso il sentiero 711.
Abitualmente il padre chiama il figlio ogni sera.

In ogni caso ieri sera una squadra ha perlustrato il rifugio e i sentieri che collegano il Monte Maggiore al Rifugio e al Passo Tanamea (sentieri 711-711a e 742 (Cresta verso est).

Le ricerche sono riprese questa mattina alle 7 e si sono presto concluse con il ritrovamento.
L’escursionista di Pescara aveva sbagliato sentiero ed è caduto per diversi metri riportando alcuni traumi. Le squadre di Udine del Soccorso Alpino, che lo hanno individuato, hanno atteso l’arrivo dell’elisoccorso per il recupero e il successivo trasferimento in ospedale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button