Pordenone

Risse a Pordenone/La Polizia arresta tre ventenni

Cominciano ad essere troppo frequenti e violente, le risse registrate negli ultimi giorni in centro e più in generale in città.

Per quella avvenuta nella nottata di domenica scorsa in piazza XX settembre, la Polizia ha tratto in arresto per rissa aggravata 3 giovani di 27, 24 e 21 anni.

L’accusa, in relazione a quanto avvenuto intorno alle 02.40, vicino all’entrata del Bar “La Pecora Nera”.
Erano stati in parecchi, nonostante l’ora tarda, a telefonare al 113 segnalando il gruppeo di giovani che erano venuti alle mani.

Al loro arrivo, gli uomini di due Volanti li vedevano in fuga verso piazza XX settembre e Corso Vittorio Emanuele.

I poliziotti riuscivano a bloccarne tre: uno in via Brusafiera e due in corso Vittorio.

Secondo quanto ricostruito dagli agenti, poco prima 4 giovani divisi in due gruppetti si erano presentati ubriachi al bancone del La pecora nera e, chiedendo alcol, se lo vedevano rifiutare dal barista perchè già alticci.

Poco dopo la situazione degenerava con le quattro persone alterate dall’alcol che passavano alle vie di fatto, con scambio di pugni al volto, tanto che un avventore che cercava di calmare gli animi veniva a sua volta colpito al viso.

La rissa si trasferiva poi all’esterno del locale, per cessare solo all’arrivo delle “Volanti”.

I tre bloccati si trovavano in evidente stato di alterazione alcolica, incapaci di altro che non fossero frasi sconnesse.
Presentavano anche i segni dei colpi ricevuti.

I tre arrestati sono N.R., 27enne, nato in Marocco, in possesso di permesso di soggiorno, residente a Pordenone, pluripregiudicato; M.M. 24enne, nato e residente a Pordenone gravato da precedenti di polizia e Z.C. 21enne, nato a Pordenone e residente a Cordenons, anch’egli con precedenti.

Portati al Pronto Soccorso, uno mostrava una ferita alla regione perioculare, un altro i segni di un morso umano all’avambraccio sinistro, tutti e tre abrasioni e graffi con prognosi di 5 e 4 giorni.

Ora sono ai domiciliari, a disposizione del Pubblico Ministero di turno presso il Tribunale di Pordenone dott. Andrea De Missier.

Stamani si è svolta l’udienza di convalida dinnanzi al G.I.P. del Tribunale di Pordenone che ha convalidato gli arresti.

Corretto il comportamento del gestore del locale, il Questore Marco Odorisio ha fatto avviare dall’Ufficio Immigrazione la procedura di revoca del permesso di soggiorno nei confronti del 27enne marocchino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button