Home -> Pordenone -> Riforma Ater massacra Pordenone e l’annette a Udine

Riforma Ater massacra Pordenone e l’annette a Udine

“La progressiva perdita di rappresentanza del pordenonese assume ormai connotati evidenti.
L’annunciata legge sulle Ater, che con un blitz verrà votata lunedì prossimo in Consiglio regionale, è solo l’ultimo affondo al Friuli occidentale che verrà di fatto annesso a Udine”.
A dirlo sono il capogruppo del Pd, Sergio Bolzonello e i consiglieri regionali del Pd, Nicola Conficoni e Chiara Da Giau commentando la calendarizzazione d’urgenza per approvare il ddl
n.56 “Ordinamento delle Aziende territoriali per l’edilizia residenziale, nonché modifiche alla legge regionale 1/2016 in materia di edilizia residenziale pubblica”.
“Per quanto possibile commentare nel merito una legge che ci è stata consegnata durante i lavori d’Aula sull’assestamento – proseguono gli esponenti dem -, appare evidente come con un colpo unico la Giunta Fedriga spazza via l’autonomia all’Ater di Pordenone che perderà il direttore e sarà costretta a fare riferimento a Udine. Insomma, un duro colpo per il pordenonese che perde autonomia e che continua a essere depredato.
Non sarà la presenza del reintrodotto cda a compensare la perdita del direttore che è il vero motore dell’ente”.
“Gran parte dei consiglieri regionali del centrodestra eletti nel pordenonese – concludono i consiglieri -, dopo aver portato avanti una violenta propaganda sul fatto che la Destra Tagliamento fosse oggetto di un forte depauperamento, ora sono i protagonisti della vera svendita del nostro territorio”.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*